19 giugno 2009 / 15:56 / 8 anni fa

Borsa Milano chiude positiva, pochi spunti, banche contrastate

MILANO, 19 giugno (Reuters) - La borsa di Milano chiude in rialzo una seduta senza spunti, con movimenti sulla scia delle piazze europee.

“Non è una gran giornata, è molto influenzata dalle scadenze tecniche”, dice un dealer. “La debolezza di qualche titolo, che pesa, ha tenuto l‘indice principale sotto pressione”.

Ftse/Mib .FTMIB in rialzo dello 0,59%, il Ftse/All Share .FTITLMS dello 0,69%, Ftse/Mid Cap .FTITMC dello 0,13%.

I volumi, gonfiati in avvio dalle scadenze, si attestano poco sopra i 4 miliardi di euro.

Il benchmark europeo DJ Stoxx 600 sale dell‘1,45%.

* Contrastate le banche con il +1,46% dello Stoxx .SX7P. UBI (UBI.MI) sale di oltre il 4% dopo le vendite dei giorni scorsi e dopo il via libera alle condizioni definitive del prestito obbligazionario convertibile. Acquisti su MPS (BMPS.MI), sotto pressione ieri. BANCO POPOLARE BAPO.MI perde oltre il 3%, dopo un guadagno simile ieri. “Il trading sulle banche in questi giorni è molto di corto respiro”, commenta un dealer.

* EDISON EDN.MI sale del 6,2%, “in un mercato che si gioca l‘ipotesi speculativa di una riorganizzazione del gruppo che porti a un‘Opa totalitaria”, dice un dealer. Il titolo si è rafforzato intorno all‘ora di pranzo e chiude vicino ai massimi. I soci industriali di Delmi hanno dato mandato a un adviser di studiare alcune proposte su come valorizzare al meglio la partecipazione in Edison, ha detto in un‘intervista a Reuters l‘AD di Enia Andrea Viero, senza dare ulteriori indicazioni sui modi di valorizzazione della quota.

* AS ROMA (ASR.MI) è la migliore del listino con un +15%, in attesa di sviluppi sul possibile acquisto della società da parte di una cordata svizzero-tedesca guidata di Vinicio Fioranelli. Una nota della società dice che “sono tuttora in corso le verifiche” da parte di Italpetroli e dell‘advisor Mediobanca sulla concretezza dell‘interesse manifestato da Fioranelli ad acquisire il pacchetto controllo di A.S. Roma.

* ENEL (ENEI.MI) sale del 4,6%. Gli operatori ricordano che oggi è l‘ultimo giorno dell‘aumento di capitale e che lunedì è in calendario lo stacco della cedola.

* Debole FIAT FIA.MI, in calo dell‘1,8% rispetto al -1% del comparto europeo .SXAP. Il titolo soffre anche per il venir meno della pressione speculativa sull‘ipotesi di integrazione con Opel, dice un analista. In ogni caso la vicenda tedesca non è ancora chiusa in modo definitivo, aggiunge.

* Passa in positivo PIRELLI PECI.MI dopo la recente debolezza. Resta volatile PIRELLI REAL ESTATE (PCRE.MI) che al quinto giorno dell‘aumento di capitale perde il 7,5%.

* Balza TELECOM ITALIA MEDIA TCM.MI, con un +11% teorico, senza che gli operatori indichino motivi particolari alla base del movimento.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below