19 agosto 2009 / 11:06 / tra 8 anni

Borsa Milano ancora in calo, realizzi su banche, tiene Buzzi

MILANO, 19 agosto (Reuters) - Piazza Affari, insieme alle altre borse continentali, continua a risentire del contraccolpo dei mercati asiatici e dello scivolone di Shanghai della mattinata e si presenta al giro di boa di metà seduta confermando i toni negativi dell‘avvio.

Nessun segnale di inverione di tendenza giunge al momento da Wall Street dove i futures indicano una partenza in rosso dopo il rimbalzo della vigilia.

Le prese di profitto prendono di mira soprattutto i bancari e qualche industriale, limitano le perdite titoli difensivi come gli energetici, mentre riprendono gli acquisti speculativi su Management & Capitali.

“I mercati hanno preso una brutta piega stamani con l‘Asia”, si limita a commentare un‘operatrice.

“Non vedo un cambiamento di direzione in giornata, visto anche che non ci sono notizie macro Usa importanti in arrivo”, aggiunge un trader.

Alle 12,50 circa l‘indice FTSE Mib .FTMIB perde l‘1,47%, il FTSE AllShare .FTITLMS l‘1,38% e il FTSE MidCap .FTITMC l‘1,36%. Volumi attorno ai 750 milioni di euro.

* In Europa l‘indice DJ Stoxx 600 è in ribasso dell‘1,2%.

* In un comparto europeo oggi al centro di realizzi le big del listino milanese UNICREDIT (CRDI.MI) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) perdono attorno al 2,5% .In flessione tra l‘1,5% e il 2% BANCO POPOLARE BAPO.MI, MPS (BMPS.MI), UBI (UBI.MI) e POP MILANO PMII.MI. Completa la lista dei peggiori finanziari MEDIOALANUM MEDI.MI in calo del 2,8%.

* Tra gli industriali le maggiori correzioni si riscontrano in PRYSMIAN (PRY.MI) (+2%), CIR (CIRX.MI) (-2,3% e FIAT FIA.MI (-2,3%).

* A distingursi in positivo per tutta la mattinata è BUZZI UNICEM (BZU.MI) (+0,6%) grazie all‘upgrade di Nomura a fronte della bocciatura di tutto il settore delle costruzioni in Europa.

La casa d‘affari ha alzato il target price anche su ITALCEMENTI ITAI.MI sostenendo tuttavia che il titolo tratta a quotazioni elevate. Il titolo del gruppo bergamasco è in calo dello 0,9%.

* Tiene UNIPOL (UNPI.MI) (+0,1%) in controtendenza al settore. Ribassi limitati per gli energetici SNAM (SRG.MI) e TERNA (TRN.MI) e anche per la tlc TELECOM ITALIA (TLIT.MI).

* Sempre sugli scudi M&C (MACA.MI) in rialzo del 5,7% con volumi quasi tre volte quelli di una intera seduta in un mercato che si interroga sulle prossime manovre attorno all‘investment company. In asta di volatilità con un teorico +8,5% INVESTIMENTI E SVILUPPO IES.MI dopo che ieri il suo AD, Alessio Nati, ha precisato di non avere intenzione di lanciare un‘Opa su M&C.

* Corre STEFANEL (STEP.MI) (+8,6%) che ieri ha annunciato la cessione, attraverso la controllata tedesca, della società di abbigliamento Hallhuber per 25 milioni di euro.

* MARIELLA BURANI MBFG.MI prosegue la correzione con un calo del 5,6% dopo una lunga serie di rialzi.

* Prese di profitto su ARENA ARENA.MI dopo la fiammata di ieri.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below