19 dicembre 2008 / 08:26 / 9 anni fa

Borsa Milano in forte calo in avvio, giù Unicredit ed energia

MILANO, 19 dicembre (Reuters) - Avvio pesante a Piazza Affari penalizzata dalla chiusura negativa di Wall Street ieri sera. Lettera su quasi tutti i settori, in particolare sulle banche e sull‘energia a seguito del brusco calo del prezzo del petrolio.

Alle 9,15 l‘indice S&P/Mib .SPMIB cede l‘1,89%, il Mibtel .MIBTEL l‘1,6% e l‘AllStars .ALLST lo 0,18%.

Pesante UNICREDIT (CRDI.MI) in calo del 3,14% dopo l‘annuncio ieri sera che la banca prevede di chiudere il 2008 con un utile netto consolidato di circa 4 miliardi di euro, senza tenere conto della cessione degli attività immobiliari, rispetto a un consensus degli analisti di 4,65 miliardi di euro fatto prima della nota di ieri. Lo stoxx delle banche europeo cede l‘1,26%.

Giù anche BANCO POPOLARE BAPO.MI (-2,5%) e INTESA SP (ISP.MI) (-2,4%).

Il petrolio in forte ribasso penalizza ENI (ENI.MI) in discesa del 2,62% (stoox europeo -2,2%), va peggio SAIPEM (SPMI.MI) con una flessione del 4,27%.

Nel settore positiva solo TERNA (TRN.MI) (+0,56%) sulle attese della cessione, prevista per oggi, della rete ad alta tensione di Enel, secondo una fonte vicina al dossier. ENEL (ENEI.MI) perde l‘1,2%.

Male FIAT FIA.MI in ribasso del 3,7% a quota 4,87 euro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below