19 febbraio 2009 / 08:31 / 9 anni fa

Borsa Milano poco mossa in apertura, soffre ancora UniCredit

MILANO, 19 febbraio (Reuters) - Debuttano sui livelli della chiusura precedente gli indici di Piazza Affari, mantendosi intorno alla parità come il resto delle piazze europee.

Nuovo accanimento di vendite sul titolo UNICREDIT (CRDI.MI), in calo di 2,7% dopo una flessione arrivata a superare il 4% fino alla soglia psicologica di un euro tondo, nuovo minimo degli ultimi dodici anni, mentre l‘indice europeo di settore viaggia a +0,2%.

Mediobanca ha intanto annunciato stamane di aver avviato il il collocamento dei ‘cashes’ di Piazza Cordusio per poco meno di 3 miliardi attraverso una procedura di bookbuilding riservata a investitori qualificati italiani ed esteri, con l‘esclusione degli Stati Uniti.

“Come quelle sulle difficoltà nei paesi dell‘est si tratta di notizie non buone ma già note, che difficilmente motivano una discesa tanto marcata” commenta un‘operatrice.

Piatta ENEL (ENEI.MI) a +0,06% in attesa di sviluppi sui modi e tempi dell‘accordo con Acciona per Endesa.

Intorno alle 9,25 l‘indice S&P/Mib .SPMIB arretra di 0,21%, il Mibtel .MIBTEL cede 0,08% e l‘AllStars .ALLST recupera uno 0,1%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below