18 agosto 2008 / 07:53 / 9 anni fa

Borsa Milano vira in positivo su massimi seduta, male Fondiaria

<p>Un trader al lavoro. REUTERS/Alex Grimm</p>

MILANO (Reuters) - Prima parte di seduta a due facce per Piazza Affari, che a fine mattinata si rende protagonista di una fase di rafforzamento tale da consentirle di virare in positivo e battere la maggior parte delle principali borse europe.

In una seduta caratterizzata da volumi sottili e da un‘agenda macro priva di appuntamenti di rilievo, il listino milanese trae giovamento dal tentativo di riscatto dei finanziari, mentre continuano a offrire sostegno i titoli energetici, favoriti dal rincaro, sppure moderato, del greggio.

Intorno alle 13 il paniere principale si muove in rialzo dello 0,6% a 28,951 punti sui massimi di seduta. Il Mibtel sale dello 0,71%, mentre l‘AllStars si limita a confermare i rialzi della mattinata (+0,83%). Volumi estivi per un controvalore di circa 1,1 miliardi. Il benchmark paneuropeo guadagna lo 0,44%.

* Tra i singoli settori spiccano il volo gli energetici, mentre per il comparto finanziario iniziano a prendere piede gli ordini di acquisto.

* Si riscattano i titoli legati all‘economia Usa, sostenuti dalla persistente debolezza dell‘euro, nonostante un lieve recupero in avvio di seduta.

* Considerato il contesto europeo in netto miglioramento per il settore (passato in territorio positivo a +0,12%), deludono i colossi bancari, UNICREDIT (-0,36%), INTESA SANPAOLO (-0,86%) e MONTE PASCHI (-0,76%).

* Tra la manciata di blue chip che non riescono a ingranare figurano anche FONDIARIA SAI, maglia nera dell‘S&P/MIb con un -2,3%, e A2A (-0,92%), con i trader che non riescono a trovare motivi particolari all‘andamento in controtendenza.

* In forte denaro gli energetici, in primis SAIPEM e TENARIS. Più cauto il rialzo di ENI (+0,92%). Il settore in Europa guadagna l‘1,87%.

* Conquista il primo posto dell‘S&P/Mib GEOX (+4,26%), seguita a ruota da ITALCEMENTI (+3,51%).

* Gettonate le AUTOGRILL (+2,36%), che proseguono la reazione vista dai minimi di luglio, e BULGARI (+2,71%).

* Seduta altalenante per la galassia TELECOM-PIRELLI. Se la prima si risolleva in linea con il settore europeo (+0,65%), la seconda si mette in luce con un forte rialzo (+3,33%). Si fa sempre più pesante il calo di TELECOM ITALIA MEDIA (-6% sui minimi di seduta).

* Giornata all‘insegna della volatilità per FINMECCANICA dopo le perdite delle ultime sedute. Il titolo si porta sui massimi giornalieri, forte di un rialzo dell‘1%, dopo il calo dell‘avvio in seguito alla revisione al ribasso del target price da parte di JP Morgan.

* Ancora acquisti su PARMALAT: +1,75%. Da qualche giorno si rincorrono voci di interesse da parte di potenziali acquirenti, in particolare gruppi di private equity.

* Ulteriori segnali di recupero arrivano da STM (+2,63%), tra le blue chip più penalizzate dalla fase ribassista della Borsa da un anno a questa parte.

* In controtendenza con un rosso dello 0,96% SEAT PAGINE GIALLE.

* Spunti su ATLANTIA (+2,71%). In un‘intervista al Financial Times, l‘AD Giovanni Castellucci ha precisato che al momento non ci sono operazioni di M&A e che il focus è espandere la rete in Italia e rafforzare la presenza all‘estero.

* Tra le small e mid cap, saltano all‘occhio il balzo di ERG (+3,14%) e soprattutto AS ROMA con il mercato che, secondo alcuni trader, scommette sulla cessione della società dopo la scomparsa del presidente Franco Sensi.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below