18 novembre 2009 / 10:14 / 8 anni fa

CORRETTO UFF - Borsa Milano conferma rialzo, corre Impregilo

Impregilo ha rettificato il valore della commessa a 225 milioni

MILANO, 18 novembre (Reuters) - Le blue chip milanesi rialzano la testa stamani, sintonizzandosi alla generale ripresa dei listini del Vecchio Continente nonostante l‘indecisione dei finanziari in tutta Europa.

Il mercato aspetta ispirazione dagli odierni aggiornamenti macro dagli Stati Uniti. Dalle minute della Banca d‘Inghilterra è emerso che la decisione di aumentare il programma di “quantitative easing” non è stata unanime.

Intorno alle 11, l‘indice FTSE Mib .FTMIB guadagna lo 0,7% e l‘AllShares .FTITLMS avanza dello 0,6% con il MidCap .FTITMC poco variato. Scambi per 1,54 miliardi di euro.

“I volumi sono molto bassi, aspettiamo l‘inflazione americana e i dati sulle scorte di petrolio”, osserva un trader.

* A Piazza Affari, dove ENEL (ENEI.MI) guadagna un abbondante punto percentuale, IMPREGILO IPGI.MI accelera dopo essersi aggiudicata in consorzio i lavori per la terza corsia A4, una commessa del valore di 225 milioni di euro.

* Si sgonfiano per poi recuperare qualche cosa UNICREDIT (CRDI.MI) e INTESA SP (ISP.MI); i cementieri si riprendono dopo essere passati in negativo mentre restano al palo assicurativi come MEDIOLANUM MED.MI e FONDIARIA-SAI FOSA.MI, maglia nera del listino anche ieri.

* Rimbalzano titoli presi di mira dalle vendite ieri come PIRELLI PECI.MI e BULGARI BULG.MI.

* Tonica, come ieri, ANSALDO STS (STS.MI) che oggi incontra alcuni investitori a Londra.

* Fra i bancari, in evidenza POPOLARE MILANO PMII.MI sostenuta, secondo un‘operatrice, dall‘acquisizione dei fondi di BANCA ETRURIA PEL.MI da parte della controllata Bipiemme Gestioni sgr. L‘istituto toscano è timidamente positivo.

* In denaro TENARIS (TENR.MI) che oggi ha aggiornato i massimi dell‘anno ad un soffio dai 14,3 euro. Oggi Banca Akros ha migliorato il prezzo obiettivo del titolo a 14,6 da 13,9 euro dopo che ieri il produttore di tubi in acciaio senza saldature ha annunciato che il governo del Venezuela ha assunto il controllo operativo della controllante Tavsa. Secondo il broker, che ha rivisto al rialzo le stime di volumi per i prossimi anni, “la notizia non dovrebbe avere particolare impatto sul titolo”.

* Prolunga i guadagni della vigilia ATLANTIA (ATL.MI) spinta ieri dal miglioramento delle stime di Ebitda 2009 e 2012. Oggi Morgan Stanley ha alzato il prezzo obiettivo sul titolo a 24 da 21,5 euro confermando la raccomandazione “overweight”. L‘allungo dell‘operatore autostradale contagia anche AUTOGRILL (AGL.MI).

* Fuori dal paniere principale s‘impenna EEMS (EEMS.MI) con il mercato che apprezza la notizia, resa nota ieri, dell‘arrivo dei nuovi soci Mutti con il 7,7%. Secondo un broker, si scommette, inoltre, in un probabile ulteriore rafforzamento dei nuovi arrivati fino al 10%.

* Sotto pressione anche oggi SEAT PGIT.MI dopo che Moody’s ha abbassato il rating della società a B2 e quello del bond da 1,3 miliardi a Caa1 da B3 con outlook negativo, alimentando dubbi sulla capacità dell‘editore di pagine gialle di rispettare i “covenant” sul debito.

L‘appuntamento chiave sul fronte macro è quello del primo pomeriggio con i prezzi al consumo di ottobre negli Stati Uniti. La mediana delle attese raccolte da Reuters indica una dinamica di 0,2% su mese e -0,3% su anno per l‘indice generale e rispettivamente 0,1% su mese e 1,6% su anno per i prezzi ‘core’.

Ieri i prezzi alla produzione hanno confermato pressioni modeste, crescendo il mese scorso dello 0,3%, a fronte di attese per +0,5%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below