17 settembre 2008 / 15:43 / 9 anni fa

Borsa Milano chiude in netto calo, pesanti banche, tiene Telecom

MILANO, 17 settembre (Reuters) - Ennesima giornata negativa a Piazza Affari e su tutte le borse europee. Il tentativo di rimbalzo è naufragato a ridosso dell‘avvio di Wall Street in forte ribasso. Il salvataggio di Aig (AIG.N) non basta a placare i timori degli investitori sulla stabilità del sistema finanziario.

“E’ in atto un crisi sistema veramente preoccupante e non c’è la minina reazione. Temo che le perdite continueranno fino a venerdì, giorno di scadenze tecniche”, osserva un broker.

L‘indice S&P/Mib .SPMIB cede il 2,52%, il Mibtel .MIBTEL il 2,22%, l‘Allstars .ALLST perde il 2,17%. Volumi per 6,4 miliardi di euro circa nel finale.

* Il crollo di Aig che perde il 40% e di Morgan Stanley (-20%) sta contagiando le banche anche in Europa (stoox europeo -4,2%). Il peggiore è UNICREDIT (CRDI.MI) in calo dell‘8,16%, dopo una breve sospensione per eccesso di ribasso. Oggi la banca ha dichiarato di essere epsosta sulle obbligazioni Lehman Brothers per 120 milioni di euro. INTESA SP (ISP.MI) perde il 3,76%

Fra i pochi titoli positivi, svetta TELECOM ITALIA (TLIT.MI) (+1,13%) grazie a un rimbalzo favorito dalle continue voci di arrivo di nuovi soci esteri e dall‘ipotesi di scorporo della rete fissa, spiegano dalle sale operative.

* Il movimento di recupero interessa, nel paniere principale alcuni titoli, come SAIPEM SPMI.M, invariata, ENI (ENI.MI) (+0,14%) ed ENEL (ENEI.MI) (+0,89%).

* Pesante FIAT FIA.MI (-4,81%) che perde molto più dell‘indice settoriale europeo (-1,13%)

* Tra i titoli a maggiore capitalizzazione fortemente venduti c’è ATLANTIA (ATL.MI) (-2,74%). Sul titolo autostradale un trader cita due ipotesi, non confermate, che circolano sul mercato. O un investitore che sta smobilizzando posizioni oppure un hedge fund che come altri subisce i contraccolpi dal fallimento Lehman legati alle attività di prime broker della banca Usa per vari hedge fund. Un portavoce della società ha tuttavia precisato che il gruppo non è direttamente esposto verso Lehman.

* Giornata critica per gli editoriali, come MEDIASET (MS.MI) (-3,95%), MONDADORI (MOED.MI) (-3,92%), SEAT PGIT.MI, sospesa al ribasso, lascia sul terreno il 9,84%. RCS (RCSM.MI) arretra del 9,79%. In Europa .SXMP l‘indice settoriale perde oltre il 2%.

* Tra i minori da segnalare STEFANEL (STEP.MI) (+10,76%), che in maniera indisturbata da inizio settembre accumula guadagni su guadagni con volumi elevati. La società dice di non essere a conoscenza di motivi che possano giustificare un tale interesse. Nessuna indicazione per ora dalle sale operative.

* Allo Star IT HOLDING ITH.MI cede il 2,9% dopo il cambio di outlook a negativo da parte di Moody’s che teme contraccolpi sulla performance operativa della società dalle crescenti preoccupazioni sulle capacità di spesa dei consumatori e un possibile impatto sulla redditività aziendale nel breve termine.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below