17 settembre 2008 / 07:23 / tra 9 anni

Borsa Milano chiude in netto calo, pesanti banche, tiene Telecom

MILANO (Reuters) - Ennesima giornata negativa a Piazza Affari e su tutte le borse europee. Il tentativo di rimbalzo è naufragato a ridosso dell‘avvio di Wall Street in forte ribasso. Il salvataggio di Aig non basta a placare i timori degli investitori sulla stabilità del sistema finanziario.

<p>Un broker al lavoro. REUTERS/Stephen Hird</p>

“E’ in atto un crisi sistema veramente preoccupante e non c’è la minima reazione. Temo che le perdite continueranno fino a venerdì, giorno di scadenze tecniche”, osserva un broker.

L‘indice S&P/Mib cede il 2,52%, il Mibtel il 2,22%, l‘Allstars perde il 2,17%. Volumi per 6,4 miliardi di euro circa nel finale.

* Il crollo di Aig che perde il 40% e di Morgan Stanley (-20%) sta contagiando le banche anche in Europa (stoox europeo -4,2%). Il peggiore è UNICREDIT in calo dell‘8,16%, dopo una breve sospensione per eccesso di ribasso. Oggi la banca ha dichiarato di essere esposta sulle obbligazioni Lehman Brothers per 120 milioni di euro. INTESA SP perde il 3,76%

Fra i pochi titoli positivi, svetta TELECOM ITALIA (+1,13%) grazie a un rimbalzo favorito dalle continue voci di arrivo di nuovi soci esteri e dall‘ipotesi di scorporo della rete fissa, spiegano dalle sale operative.

* Il movimento di recupero interessa, nel paniere principale alcuni titoli, come SAIPEM, invariata, ENI (+0,14%) ed ENEL (+0,89%).

* Pesante FIAT (-4,81%) che perde molto più dell‘indice settoriale europeo (-1,13%)

* Tra i titoli a maggiore capitalizzazione fortemente venduti c’è ATLANTIA (-2,74%). Sul titolo autostradale un trader cita due ipotesi, non confermate, che circolano sul mercato. O un investitore che sta smobilizzando posizioni oppure un hedge fund che come altri subisce i contraccolpi dal fallimento Lehman legati alle attività di prime broker della banca Usa per vari hedge fund. Un portavoce della società ha tuttavia precisato che il gruppo non è direttamente esposto verso Lehman.

* Giornata critica per gli editoriali, come MEDIASET (-3,95%), MONDADORI (-3,92%), SEAT, sospesa al ribasso, lascia sul terreno il 9,84%. RCS arretra del 9,79%. In Europa l‘indice settoriale perde oltre il 2%.

* Tra i minori da segnalare STEFANEL (+10,76%), che in maniera indisturbata da inizio settembre accumula guadagni su guadagni con volumi elevati. La società dice di non essere a conoscenza di motivi che possano giustificare un tale interesse. Nessuna indicazione per ora dalle sale operative.

* Allo Star IT HOLDING cede il 2,9% dopo il cambio di outlook a negativo da parte di Moody’s che teme contraccolpi sulla performance operativa della società dalle crescenti preoccupazioni sulle capacità di spesa dei consumatori e un possibile impatto sulla redditività aziendale nel breve termine.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below