17 novembre 2009 / 08:40 / 8 anni fa

Borsa Milano apre fiacca con Europa, pesa oil, allunga A2A

MILANO, 17 novembre (Reuters) - Piazza Affari tira il fiato oggi, stornando in sintonia con gli altri listini del Vecchio Continente dopo quattro sedute consecutive in denaro.

A pesare sull‘indice milanese sono le prese di beneficio su petroliferi come ENI (ENI.MI), TENARIS (TENR.MI) e SAIPEM (SPMI.MI) e sui big bancari UNICREDIT (CRDI.MI) e INTESA SP (ISP.MI). Se la flessione di questi ultimi è in linea con i rispettivi comparti europei, l‘odierno storno di FIAT FIA.MI contraddice l‘andamento generalmente più positivo dei concorrenti dopo l‘effervescenza della vigilia sulla scia dell‘incoraggiante andamento delle immatricolazioni europee di ottobre.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB, intorno alle 9,35, cede lo 0,2% circa, l‘AllShare .FTITLMS lo 0,2% e il MidCap .FTITMC è piatto.

* In evidenza A2A (A2.MI), fin dalle battute il migliore titolo del listino principale.

* I realizzi risparmiano i media con MEDIASET (MS.MI), MONDADORI (MOED.MI), ESPRESSO ESPI.MI in territorio positivo. Il titolo del Biscione è il migliore del settore media in Europa: ieri, a mercato chiuso, l‘AD Giuliano Adreani ha detto che la raccolta pubblicitaria del 2010 si preannuncia superiore a quella di quest‘anno e che nell‘immediato l‘azienda non ha bisogno di emettere bond.

* Moderatamente in rialzo TELECOM (TLIT.MI) in controtendenza rispetto alle tlc europee più deboli.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below