16 aprile 2009 / 09:20 / 9 anni fa

Borsa Milano positiva ma sotto massimi, Unipol vola oltre +8%

MILANO, 16 aprile (Reuters) - Piazza Affari difende un moderato rialzo a metà mattina sostenuta da assicurativi e bancari.

In attesa dei risultati di JP Morgan in Europa le banche .SX7P guadagnano il 2% e gli assicurativi .SXIP l‘1%.

“Sul mercato prosegue un trend rialzista e se nell‘immediato c’è spazio per un modesto ripiegamento entro maggio io mi aspetto torni piatto sui livelli di inizio anno”, commenta un trader.

Alle 11,05 l‘indice S&P/Mib .SPMIB guadagna lo 0,66% collocando Milano subito dopo Londra .FTSE tra le piazze europee. Il Mibtel .MIBTEL avanza di 0,53% e l‘All Star .ALLST lo 0,48%. Volumi pari a 1,1 miliardi.

* UNIPOL (UNPI.MI) si conferma in testa al listino principale dopo aver esteso i guadagni fino a superare l‘8% sulle parole dell‘AD Carlo Salvatori, per cui il primo trimestre dovrebbe essersi chiuso in utile. Volumi a oltre l‘80% della media giornaliera dell‘ultimo mese. Il titolo è reduce da un +4,4% ieri. Il balzo di UNIPOL contagia anche FONDIARIA-SAI FOSA.MI che segna +4,6%.

* FIAT FIA.MI sale del 2,6% dopo i dati Acea sulle immatricolazioni di auto in Europa. In marzo la quota di mercato della casa torinese si è attestata al 9,1% da 7,2% del 2008. Le immatricolazioni il mese scorso sono scese del 9%.

“I numeri sulle immatricolazioni sono sempre brutti ma evidenziano un continuo aumento della quota di Fiat. Per Torino poi sarebbe un bel colpo l‘entrata di Marchionne direttamente in Chrysler”, commenta un trader.

* Riscoperta dal mercato già nelle ultime due sedute, MONTE PASCHI (BMPS.MI) (+3%) continua a guidare la corsa dei bancari. Salgono dell‘1,9% e dell‘1,5%, rispettivamente, MEDIOBANCA (MDBI.MI) e UNICREDIT (CRDI.MI).

* Ritraccia MEDIASET (MS.MI) (-2,3%) dopo aver beneficiato fino a ieri dei rialzi della controllata spagnola TELECINCO (TL5.MC) spinta dalle annunciate restrizioni alla pubblicità sulla TV pubblica iberica. A Madrid Telecinco ripiega del 5,5%.

* Rimbalza SEAT PAGINE GIALLE PGIT.MI dopo aver perso circa il 90% nelle precedenti due sedute una volta scaduta la negoziabilità in borsa delle opzioni legate all‘aumento di capitale. Il titolo sale del 14% con volumi doppi rispetto alla media giornaliera mensile.

* Sempre pesante TISCALI (TIS.MI) (-5%) che soffre del mancato giudizio dei revisori sul bilancio 2008. Fuori dal paniere principale vendite anche su L‘ESPRESSO ESPI.MI (-2%) il cui target price è stato ridotto a 80 centesimi da 1 euro da Citigroup. In asta di volatilità STEFANEL (STEP.MI) per eccesso di ribasso. Il titolo, volato del 19% ieri sul rilievo dato dalla stampa a un accordo siglato a fine marzo con le banche sul debito, ha corretto di oltre l‘8% in seduta.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below