16 luglio 2009 / 10:56 / tra 8 anni

Borsa Milano risale con JP Morgan, corre Fiat, giù Stm su Nokia

MILANO, 16 luglio (Reuters) - Doccia scozzese a Piazza Affari e sui mercati europei. Prima Nokia con risultati al di sotto delle attese aveva gelato i mercati, poi, subito dopo, sono arrivati i risultati del secondo trimestre di Jp Morgan, ben sopra le stime, che hanno fatto ritornare la fiducia sulle borse.

Grazie al dato della banca Usa si sono girati in positivo anche i futures Usa sul Nasdaq e sullo S&P.

Alle 12,40 l‘indice Ftse/Mib .FTMIB sale dello 0,98%, l‘Ftse/Mid Cap .FTITMC dello 0,31%.

Sempre sostenuta, ma sotto i massimi, MAIRE TECNIMONT (MTCM.MI) (+9,11%) dopo l‘annuncio che un consorzio formato dall‘italiana e dalla giapponese JGC Corp (1963.T) si è aggiudicato una commessa da 4,7 miliardi di dollari per un impianto per la trasformazione del gas negli Emirati Arabi. La metà andrà alla società italiana.

In asta di volatilità BANCA ITALEASE BIL.MI, che segna un rialzo teorico del 31,38% a 1,91 euro. Ieri l‘AD della controllante BANCO POPOLARE BAPO.MI (-0,75%) ha detto che, a conclusione dell‘Opa con la popolare che detiene l‘88,12%, l‘istituto sarà ricapitalizzato per circa un miliardo di euro. “Il titolo strappa sulla notizia dell‘aumento di capitale e sul fatto che non ci sarà il delisting”, spiega un trader.

Sulla scia di JP Morgan le banche si sono girate tutte in positivo. POP MILANO PMII.MI, negativa, sale dell‘1,17%, lo stesso vale per INTESA SP (ISP.MI) in rialzo dell‘1,38%. UNICREDIT (CRDI.MI) sale dell‘1,3%. Stamane l‘istituto guidato da Alessandro Profumo ha reso noto che il core Tier1 ratio del gruppo al 31 marzo rettificato sale a 6,69% (+31 punti base) da 6,38% precedente.

Corre FIAT FIA.MI (+3,95%) dopo che Banc of America-Merrill Lynch ha alzato il prezzo obiettivo a 10 euro, mantenendo la raccomandazione di “buy” sul titolo. L‘indice settoriale europeo segna un rialzo dello 0,45%. Anche ieri il Lingotto era salito dopo i dati sulle immatricolazioni in Europa.

In decisa controtendenza ENEL (ENEI.MI) in ribasso dello 0,87% a 3,4 euro. “Il titolo è oggi penalizzato da prese di profitto dopo il balzo di oltre il 4% ieri”, osserva un trader. Oggi Banc of America-Merrill Lynch ha avviato la copertura su Enel con la rommandazione di “neutral” e un prezzo obiettivo di 3,6 euro.

I dati di Nokia, che ha annunciato un fatturato nel secondo trimestre a 9,9 miliardi di euro contro una stima di 10,1 miliardi, stanno penalizzando fortemente STM (STM.MI), uno dei clienti del colosso dei telefonini, con un ribasso del 2,17%.

IMPREGILO IPGI.MI sale dell‘1,95% dopo che si è aggiudicata nella notte una commessa da 3 miliardi di dollari insieme alla spagnola Sacyr per espandere il canale di Panama.

Fra i minori balzo di INDESIT (+6,5%) in scia dell‘andamento forte di Electrolux a Stoccolma (+9,8%) dopo aver annunciato risultati migliori delle attese nel secondo trimestre, nonostante la debolezza della domanda.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below