16 settembre 2009 / 15:48 / tra 8 anni

Borsa Milano chiude confermando rialzi, bene costruzioni, media

MILANO, 16 settembre (Reuters) - Piazza Affari chiude bene una seduta positiva per tutte le principali piazze europee.

Tonica già dal mattino, la borsa milanese ha tratto ulteriore linfa dai buoni dati Usa sulla produzione industriale e dalla dinamica dei prezzi al consumo.

“Giornata positiva in tutti i settori, supportata dai dati macroeconomici americani”, commenta un trader. “Oggi l‘andamento appare intonato a quello degli indici europei, i clienti stanno tornando sul mercato”.

Il FTSE Mib .FTMIB chiude con un rialzo dell‘1,55%, il FTSE AllShare .FTITLMS dell‘1,49%, mentre il Midcap .FTITMC avanza dell‘1,39%. Volumi per circa 3,4 miliardi di euro.

* Brillante TENARIS (TENR.MI) a +4,53%. Un trader cita la sottovalutazione del titolo rispetto agli energetici tradizionali.

* Forte la macro-area costruzioni e cemento, a +1,8% in Europa .SXOP dopo l‘upgrade di Goldman Sachs sull‘outlook dell‘edilizia civile e residenziale. I titoli italiani brillano trainati da BUZZI (BZU.MI) a +3,46% e ITALCEMENTI ITAI.MI a +2,44%, con Goldman che incrementa del 50% il target price delle due società, e CEMENTIR che guadagna il 3,23%. L‘outlook sulle costruzioni trascina anche IMPREGILO IPGI.MI, che balza del 3,0%.

* Buona giornata per i media, nonostante i dati Nielsen mostrino un calo in doppia cifra della raccolta pubbliciaria nei primi sette mesi dell‘anno. I rialzi sono maggiori fuori dal FTSE Mib, con ESPRESSO ESPI.MI che sale del 9,9%, RCS (RCSM.MI) del 7,6%, SEAT PAGINE GIALLE PGIT.MI dell‘8,1%. Un trader cita la “voglia di far salire le mid cap”, aggiungendo che il settore media è uno di quelli a cui si guarda con più interesse.

Nel listino principale, MEDIASET (MS.MI) guadagna l‘1,68% e MONDADORI (MOED.MI) lo 0,79%. L‘indice europeo .SXMP registra una crescita più contenuta a +1,5%.

* Caso a parte TI MEDIA TCM.MI, che vola a +15,6% dopo l‘asta di volatilità nonostante le smentite di TELECOM ITALIA (TLIT.MI) (+0,72%) sulle voci di offerte per la propria controllata. Secondo La Repubblica l‘advisor Merrill Lynch avrebbe ricevuto nei giorni scorsi offerte “molto concrete” da gruppi esteri per l‘intero pacchetto televisivo di TI, e non solo per l‘infrastruttura del digitale terrestre.

* Giornata positiva per i finanziari. Le banche che salgono in ordine sparso, con MEDIOBANCA (MDBI.MI) che spicca a +4,21% e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) a +1,99%, POPOLARE MILANO PMII.MI e UNICREDIT (CRDI.MI) intorno all‘1,7% e MONTEPASCHI (BMPS.MI) sul punto percentuale di rialzo. Tra gli assicuratori guadagnano il 2% ALLEANZA ALZI.MI, GENERALI (GASI.MI) e UNIPOL (UNPI.MI).

Gli stoxx europei di banche .SX7P e assicurazioni .SXIP sono in rialzo rispettivamente del 2,6% e dell‘1,8%.

* FIAT FIA.MI è intonata all‘andamento del settore auto europeo .SXAP con rialzi del 2,2%. Il Lingotto ha mostrato vitalità dopo le dichiarazioni fiduciose dell‘AD Sergio Marchionne sull‘obiettivo di vendite, a prescindere dalla chiusura definitiva del capitolo Opel.

* Nel paniere principale è in ribasso solo STM (STM.MI), protagonista di una lunga marcia nelle ultime settimane e oggi a -0,45% dopo il taglio a “neutral” da parte di Goldman.

* Fuori dal FTSE Mib volano a +24,7% FINARTE CASA FCDI.MI e corre a +17,3% BIESSE (BSS.MI), mentre DE LONGHI (DLG.MI) sfiora l‘11% dopo l‘upgrade a “buy” sempre da Goldman.

* Perde il 3,6% INDESIT IND.MI, secondo un trader a causa dei realizzi dopo i prolungati rialzi in doppia cifra dei giorni scorsi.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below