16 novembre 2009 / 12:06 / 8 anni fa

Borsa Milano prosegue positiva, forte Impregilo, giù B.Popolare

MILANO, 16 novembre (Reuters) - Piazza Affari arriva al giro di boa di metà seduta inchiodata su un rialzo intorno all‘1%, in attesa di eventuali indicazioni direzionali dagli Usa.

L‘agenda macro, dopo i dati sul Pil giapponese (cresciuto al ritmo più veloce degli ultimi due anni) di questa notte, prevede per il pomeriggio le vendite al dettaglio statunitensi.

Sul fronte corporate, esaurita l‘onda lunga delle trimestrali, “un‘iniezione di fiducia arriva dalla prima Ipo del 2009”, dice un‘operatrice con riferimento alla società di retail via internet per moda e design Yoox.

“Sentiremo poi stasera se da Bernanke arriverà qualche novità”, aggiunge. Il presidente della Fed terrà un intervento all‘Economic Club di New York.

Intorno alle 12,45 l‘indice FTSE Mib .FTMIB sale dell‘1,08%, l‘AllShare .FTITLMS dell‘1% e il MidCap .FTITMC dello 0,5%. Volumi per circa 1,8 miliardi di euro.

In Europa il benchmark Dj Stoxx 600 sale dello 0,85% mentre i futures americani puntano a un avvio positivo di Wall Street.

* Il paniere principale è sostenuto dai progressi dei big bancari INTESA SANPAOLO (ISP.MI), +2%, e UNICREDIT (CRDI.MI), +1,5%.

* Nel comparto cede invece terreno (-1,9%) BANCO POPOLARE BAPO.MI dopo i risultati dei nove mesi annunciati venerdì, che qualche analista considera un po’ più deboli del previsto. “L‘unica notizia che vedo oggi è positiva, Citigroup ha alzato il target price. Probabilmente pesa il fatto che non c’è molta visibilità sulla controllata Italease BIL.MI”, commenta un‘operatrice.

* IMPREGILO IPGI.MI maglia rosa del FTSE Mib con un progresso di oltre il 3% dopo la notizia della morte di Marcellino Gavio, azionista tramite Igli. Corrono anche AUTOSTRADE TORINO-MILANO (ATMI.MI) e SIAS (SIS.MI), che fanno capo al gruppo Gavio, con rialzi nell‘ordine del 3%. “Da parte del mercato c’è un certo cinismo ma non credo che cambierà niente”, osserva una trader.

L‘improvvisa scomparsa dell‘imprenditore non pregiudica la stabilità del gruppo che passa nelle mani dei figli dei due fratelli Gavio, Marcellino e Pietro, ha detto una fonte vicina al gruppo autostradale.

* Acquistata FIAT FIA.MI, in progresso dell‘1,5% dopo i dati sulle immatricolazioni auto in Europa a ottobre, che hanno mostrato per il gruppo italiano un incremento del 16,1% a fronte di un +11,2% del mercato. La controllante EXOR (EXOR.MI) segna +1,7%. Ben impostato il comparto europeo .SXAP +2,5%.

* MEDIASET (MS.MI) sale dell‘1,2%, dopo essere arrivata a guadagnare oltre il 2% sulla scia della notizia che il tribunale di Milano, nell‘ambito del processo per i diritti TV, ha riconosciuto legittimo l‘impedimento del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a partecipare alle udienze, rinviando il processo alla seconda metà di gennaio. A sostenere i corsi, secondo un trader, è anche la ripresa della raccolta pubblicitaria attesa per fine anno.

* SAIPEM (SPMI.MI), che venerdì ha annunciato nuovi contratti onshore per un valore complessivo di 500 milioni di euro, avanza di oltre il 2%.

* Fuori dal paniere principale DANIELI (DANI.MI) balza del 4% circa dopo la notizia di un contratto in Arabia Saudita del valore di 630 milioni di dollari.

* Tra i minori CALEFFI (CLFF.MI), che venerdì ha annunciato il rinnovo dell‘accordo di licenza con The Walt Disney Company, mette a segno un rialzo a due cifre. Balza del 6% ANTICHI PELLETTIERI AP.MI, che sabato ha perfezionato un accordo vincolante per la cessione delle attività operative della società Enrico Mandelli. Intanto la situazione della controllante MARIELLA BURANI MBFG.MI (sospesa a tempo indeterminato) è critica in quanto non è stato ancora raggiunto l‘accordo con le banche e oggi è saltata l‘assemblea sull‘aumento di capitale.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below