16 novembre 2009 / 10:41 / tra 8 anni

Borsa Milano tonica, bene Intesa SP e Unicredit, balza Impregilo

MILANO, 16 novembre (Reuters) - Piazza Affari intorno a metà mattina conferma i rialzi iniziali tra borse europee tutte positive.

La seduta si profila povera di temi, con l‘onda lunga delle trimestrali ormai quasi completamente esaurita. Qualche spunto arriva invece a livello internazionale sul fronte macro, dopo i dati sul Pil giapponese - cresciuto al ritmo più veloce degli ultimi due anni - e in attesa delle vendite al dettaglio Usa.

“E’ un buon mercato, che si muove sulla scia dell‘Asia e dei dati giapponesi e in attesa dei dati Usa”, commenta un operatore. “Non ci sono né idee né storie e anche la volatilità si è praticamente azzerata”.

Intorno alle 11,20 l‘indice FTSE Mib .FTMIB sale dell‘1,25%, l‘AllShare .FTITLMS dell‘1,16% e il MidCap .FTITMC dello 0,75%. Volumi per circa 1,6 miliardi di euro.

In Europa il benchmark Dj Stoxx 600 sale dello 0,8%.

* Nel paniere principale spiccano i progressi dei big bancari INTESA SANPAOLO (ISP.MI), +2,1%, e UNICREDIT (CRDI.MI), +1,7%. Nel comparto invece cede terreno (-1,2%) BANCO POPOLARE BAPO.MI dopo i risultati dei nove mesi annunciati venerdì, che qualche analista considera un po’ più deboli del previsto.

* Accelera IMPREGILO IPGI.MI, in progresso del 3,5% dopo la notizia della morte di Marcellino Gavio, azionista tramite Igli. Corrono anche AUTOSTRADE TORINO-MILANO (ATMI.MI) e SIAS (SIS.MI), che fanno capo al gruppo Gavio, con rialzi nell‘ordine del 4%.

* Acquistata FIAT FIA.MI, in progresso dell‘1,8% dopo i dati sulle immatricolazioni auto in Europa a ottobre, che hanno mostrato per il gruppo italiano un incremento del 16,1% a fronte di un +11,2% del mercato. La quota di mercato è salita all‘8,7% dall‘8,3% di ottobre 2008. La controllante EXOR (EXOR.MI) segna +2%. Ben impostato il comparto europeo .SXAP +2,5%.

* MEDIASET (MS.MI) arriva a guadagnare oltre il 2% dopo che il tribunale di Milano, nell‘ambito del processo per i diritti TV, ha riconosciuto legittimo l‘impedimento del presidente del consiglio Silvio Berlusconi a partecipare alle udienze, rinviando il processo alla seconda metà di gennaio. Il titolo poi ridimensiona il rialzo intorno all‘1,4%. A sostenere i corsi, secondo un trader, è anche la ripresa della raccolta pubblicitaria attesa per fine anno.

* SAIPEM (SPMI.MI), che venerdì ha annunciato nuovi contratti onshore per un valore complessivo di 500 milioni di euro, avanza del 2,4%.

* Fuori dal paniere principale DANIELI (DANI.MI) mette a segno un progresso del 4% circa dopo la notizia di un contratto in Arabia Saudita del valore di 630 milioni di dollari.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below