16 settembre 2009 / 11:16 / 8 anni fa

Borsa Milano in buon rialzo, accelerano banche, bene costruzioni

MILANO, 16 settembre (Reuters) - Piazza Affari chiude tonica la mattinata in un contesto di diffuso ottimismo che coinvolge tutta Europa.

“Le parole di ieri del presidente della Fed Ben Bernanke, che ha detto che probabilmente la recessione è finita, stanno spingendo i mercati”, spiega un trader.

Aiuta l‘intonazione positiva dei futures Usa.

Intorno alle 13,15 il FTSE Mib .FTMIB sale dell‘1,21%, il FTSE AllShare .FTITLMS dell‘1,2%, mentre il Midcap .FTITMC avanza dell‘1,37%. Volumi per circa 1,9 miliardi di euro.

* Brilla TENARIS (TENR.MI), in rialzo di oltre il 4%. “E’ un titolo volatile, era rimasto indietro rispetto agli energetici tradizionali”, dice un operatore.

* Bene il settore ‘costruzioni e cemento’ in tutta Europa .SXOP dopo un upgrade a “neutral” da “cautious” di Goldman Sachs, che si aspetta una ripresa del settore civile e residenziale nel Vecchio Continente. Bene ITALCEMENTI ITAI.MI e BUZZI (BZU.MI), su cui la banca ha alzato i target price confermando rispettivamente i giudizi “neutral” e “sell”, tonica anche IMPREGILO IPGI.MI.

* Prosegue il rialzo di PIRELLI PECI.MI, già salita ieri sulla scia di un accordo per la realizzazione di un impianto di produzione di filtri antiparticolato in Cina. “Una notizia positiva ma che non porterà per il momento ad una revisione delle stime”, commenta un analista.

* FIAT FIA.MI corre (+2%) in sintonia con il settore europeo .SXAP. Il titolo si è rafforzato dopo le parole dell‘AD Sergio Marchionne, che ha definito “chiuso totalmente” il dossier Opel e che si aspetta di raggiungere l‘obiettivo di 5,5-6 milioni di vetture solo con Chrysler.

* Bene le assicurazioni con l‘Europa .SXIP, si rafforzano le banche (+2,2% in Europa) con il +2,8% di MEDIOBANCA (MDBI.MI) e il +1,7% di INTESA SANPAOLO (ISP.MI).

* Conquistano posizioni i media, soprattutto quelli fuori dal FTSE Mib. Uno studio di Nielsen mostra un calo della raccolta pubbliciaria a luglio del 12,8% (-16,6% gennaio-luglio). RCS (RCSM.MI) +4%, ESPRESSO ESPI.MI +6,5%, SEAT PGIT.MI +7,3%.

* Discorso a parte per TI MEDIA TCM.MI, che resta in asta di volatilità con un teorico +11% nonostante TELECOM (TLIT.MI) abbia smentito che siano arrivate offerte per la controllata. La Repubblica scriveva oggi che l‘advisor Merrill Lynch avrebbe ricevuto nei giorni scorsi offerte “molto concrete” da gruppi esteri anche per gli asset Tv e non solo per l‘infrastruttura del digitale terrestre. “In passato indiscrezioni di questo tipo si sono rivelate infondate e riteniamo più probabile un interesse per i soli asset infrastrutturali”, osservava stamani un analista.

* Accelera CAMPARI (CPRI.MI), che oggi ha ottenuto un “buy” da Evolution Securities e un nuovo target prica a 7,3 euro (da 6) da Kepler (sempre “buy”).

* Unico ribasso, nel paniere principale, per STM (STM.MI), che Goldman ha tagliato a “neutral”.

* In luce AMPLIFON (AMPF.MI), inserita nella “conviction buy list” paneuropea da Goldman Sachs, che spinge anche DE LONGHI (DLG.MI) grazie all‘upgrade a “buy”. Spunti al rialzo anche su BIESSE (BSS.MI) e, ancora, su INDESIT IND.MI.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below