15 giugno 2009 / 11:12 / 8 anni fa

Borsa Milano in calo a metà seduta, giù Stm, Camfin in evidenza

MILANO, 15 giugno (Reuters) - Piazza Affari arriva all‘appuntamento di metà giornata con gli indici saldamente in territorio negativo, in un panorama di debolezza per tutti i mercati europei.

“La lettera prevale a livello internazionale con prese di profitto partite dai settori che avevano fatto meglio, come quelli legati alle commodities”, commenta un‘operatrice. “Oggi il petrolio perde e prevalgono note più negative sui timori per l‘economia”.

Intorno alle 12,50 l‘indice Ftse/Mib .FTMIB cede l‘1,52%, il Ftse/All Share .FTITLMS l‘1,39% e il Ftse/Mid Cap .FTITMC lo 0,59%. Volumi appena sotto un miliardo di euro.

In Europa il benchmark Dj Stoxx 600 arretra dell‘1,4% e i futures settembre sugli indici Usa perdono oltre un punto percentuale.

* In testa al paniere principale milanese si conferma CIR (CIRX.MI), pur sotto i massimi con +2,3% e volumi vivaci. Gli operatori citano un report di Goldman Sachs che alza decisamente il target price e indiscrezioni stampa seconco cui l‘operazione che porterà l‘austriaca Verbund (VERB.VI) al 45% di Sorgenia, la società energetica controllata da Cir, potebbe avvenire prima del previsto, nelle prossime settimane.

* Segni contrastati nella galassia Tronchetti Provera, con PIRELLI PECI.MI in calo del 2,4%. Sospesa invece al rialzo con un teorico +21,8% CAMFIN CAMI.MI dopo l‘intesa con le banche sul debito e l‘entrata nel capitale della famiglia Malacalza. ”La notizia è stata salutata con rialzo che addirittura faticava a esprimersi, il titolo non riusciva a far prezzo in apertura“, commenta un‘operatrice”.

* Continua a non far prezzo con un progresso teorico di quasi il 50% PIRELLI RE (PCRE.MI), che oggi dà inizio all‘aumento di capitale. I diritti PCRE_r.MI invece scambiano e lasciano sul campo il 30% circa.

* STM (STM.MI) arretra del 4% dopo che il numero uno di Finmeccanica SIFI.MI, Pier Franceso Guarguaglini, ha detto in un‘intervista che il gruppo intende cedere il suo restante 3,2% nella società franco-italiana di semiconduttori. “E’ una reazione inevitabile all‘idea di una quota in arrivo sul mercato, anche se non è un grosso pacchetto e penso che possano fare un private placement senza problemi”, osserva l‘operatrice. FINMECCANICA SIFI.MI cede l‘1,2%.

* Vendute anche a livello europeo le banche e le assicurazioni (rispettivamente -1,5% e -2% gli Stoxx di settore): a Milano FONDIARIA-SAI FOSA.MI scende del 3,4%, GENERALI (GASI.MI) e ALLEANZA ALZI.MI del 2,7%. Tra i bancari INTESA SANPAOLO (ISP.MI) e MPS (BMPS.MI) perdono l‘1,8%.

* SAIPEM (SPMI.MI) cede il 2% con giudizi contrastanti da parte dei broker: Barclays ha tagliato la raccomandazione a EQUAL-WEIGHT da OVERWEIGHT, Credit Suisse l‘ha tagliata a NEUTRAL da OUTPERFORM mentre Goldman l‘ha alzata a NEUTRAL da SELL.

* Sale dello 0,4% CAMPARI (CPRI.MI) su cui Ubs ha alzato il target price.

* Tra i minori sospesa per il resto della seduta in attesa di una nota EUTELIA EUT.MI. ALERION (ARN.MI) guadagna il 7,5% dopo il via libera a un impianto fotovoltaico.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below