15 settembre 2009 / 11:27 / 8 anni fa

Borsa Milano poco mossa, giù banche, spunti tra titoli minori

MILANO, 15 settembre (Reuters) - Borsa Milano incolore, intorno alla parità a metà seduta. Alcuni movimenti vengono condizionati dalle scadenze tecniche di venerdì, da alcuni stacchi della cedola lunedì, mentre diverse notizie smuovono titoli a media e piccola capitalizzazione.

“Siamo in trading range. Come accaduto ieri con un recupero degli indici europei, forse anche oggi potremmo avere nel pomeriggio nuovi spunti con l‘avvio di Wall Street”, spiega un analista tecnico.

Intorno alle 13,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB sale dello 0,08% dimostrando una certa volatilità, il FTSE AllShare .FTITLMS avanza dello 0,1%, FTSE MidCap .FTITMC è in rialzo dello 0,25%. Volumi per 3 miliardi di euro. Wall Street vista positiva in avvio NDU9 DJU9 SPU9.

* Rimane tonica, anche in termini di volumi, PARMALAT (PLT.MI). Un operatore segnala in avvio un incrocio di 55 milioni di pezzi. Ora scambia 64 milioni, oltre il 500% della media giornaliera. “Dovrebbe essere collegato, l‘incrocio, allo stacco dell‘acconto sulla cedola in agenda lunedì prossimo”, spiega. Non vengono segnalate altre notizie particolari sul titolo alimentare.

* Incrocio di pezzi scambiati in avvio anche per ENI (ENI.MI), che sta scambiando quasi il 400% della media giornaliera. L‘incrocio avrebbe interessato, secondo il trader, 108 milioni di azioni.

* Prosegue il buon momento di TELECOM ITALIA (TLIT.MI), anche se rallenta il passo rispetto all‘avvio e rinnova i massimi a 1,249 euro. Positivo lo stoxx di settore .SXKP. Un trader lo giustifica come un semplice recupero del titolo tlc.

* FIAT FIA.MI positiva in controtendenza rispetto allo stoxx .SXAP. Oggi Acea ha comunicato le immatricolazioni in Europa nei primi otto mesi da cui emerge un miglioramento dell‘1,1% per il Lingotto.

* Altri spunti in denaro nel paniere principale, come PIRELLI&C PECI.MI e UNIPOL (UNPI.MI), mentre rimangono al palo altre blue chip come i bancari BANCO POPOLARE BAPO.MI, UBI (UBI.MI), UNICREDIT (CRDI.MI), INTESA SP (ISP.MI), MEDIOBANCA (MDBI.MI). In Europa l‘indice dei bancari .SX7P è poco mosso.

* Miglior titolo del listino CAIRO COMMUNICATION (CAI.MI). Atteso oggi l‘arbitrato della causa Sky Italia-Cairo. Secondo un giornale Sky potrebbe essere tenuta a pagare a Cairo 40-50 milioni. Cairo non commenta la cifra.

* Denaro su DANIELI (DANI.MI) dopo l‘annuncio dell‘accordo per un ordine da 500 milioni di dollari con Emirates Steel Industries. Sulla scia della notizia, Banca Akros ribadisce il giudizio “buy” con target price di 18,3 euro

* RISANAMENTO (RN.MI) balza del 3,5%. Oltre alla notizia delle dimmissioni degli amministratori e della convocazione dell‘assemblea ordinaria a novembre, indiscrezioni stampa riferiscono che ad oggi gli obbligazionisti non hanno avanzato richiesta di rimborso anticipato.

* ACSM-AGAM (ACAG.MI) sale sulla presentazione del piano industriale 2009-2012.

* EUROTECH (E5T.MI) festeggia con un progresso del 3,6% l‘accordo per la produzione di Dyna Vox,il primo dispositivo portatile per la generazione vocale.

* Realizzi su ANTICHI PELLETTIERI AP.MI, GABETTI (GABI.MI) e IT WAY ITY.MI.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below