14 agosto 2008 / 09:34 / tra 9 anni

Borsa Milano prosegue rimbalzo grazie a petroliferi e banche

MILANO, 14 agosto (Reuters) - Borsa Milano prosegue il rimbalzo innescato sulle piazze europee dalla chiusura di Wall Street, che ha testato ieri un importante livello rialzista per poi chiudere negativa sul rincaro del greggio.

“Il mercato sta andando abbastanza bene, con l‘indice S&P/Mib che balla intorno ai 29.000 punti”, dice un trader.

A livello settoriale, “le banche sono ben impostate, mentre gli assicurativi soffrono un po’ sulla scia di Aig (AIG.N), che ha perso oltre il 3,5%”.

Alle 11,00 l‘indice S&P/Mib .SPMIB avanza dello 0,6%, il Mibtel .MIBTEL dello 0,61% e l‘AllStars .ALLST dello 0,29%. Volumi a 646 milioni di euro.

* La corsa del greggio dopo i dati sulle scorte petrolifere Usa infiamma i titoli del settore. TENARIS (TENR.MI) sale del 3,36%, SAIPEM (SPMI.MI) del 2,9%, ENI (ENI.MI) del 2,15%.

* A fronte di un settore ‘oil’ positivo, ERG (ERG.MI) cede il 2% nel giorno di annuncio dei risultati. Secondo gli analisti, la società genovese “paga pegno alla Robin Hood Tax, per effetto della quale l‘utile netto del secondo trimestre risulta in calo rispetto al pari periodo dell‘anno scorso”.

* Vira in rosso SEAT PG PGIT.MI realizzata dopo il balzo dell‘8,94% della sessione precedente. Le azioni di risparmio PGn.MI sono anche oggi sospese al rialzo,.

* Rimbalzano le banche con rialzi superiori al punto percentuale. Nel settore, in evidenza BANCO POPOLARE BAPO.MI, che sale dell‘1,19% a fronte di un calo del 6,48% alla vigilia.

* Le società assicurative sono in rosso sulla scia del gigante statunitense Aig “che ha iniziato a perder colpi tre giorni fa dopo l‘annuncio dei risultati”, ricorda un trader. GENERALI (GASI.MI) cede lo 0,39% e UNIPOL (UNPI.MI) lo 0,52%. In controtendenza FONDIARIA-SAI FOSA.MI che avanza dello 0,33%. A livello europeo, il comparto .SXIP è tra i pochi con segno meno.

* In coda al listino principale LUXOTTICA (LUX.MI) “tra i titoli che più avevano beneficiato del rebound del dollaro sull‘euro”, sottolineano da una sala operativa. “L‘apprezzamento della moneta unica sulla scia delle commodities può aver convinto gli investitori a tirare un po’ il fiato”, dice un trader.

* Peggiora BUZZI UNICEM (BZU.MI), che perde l‘1,28%. Il titolo è ancora venduto dopo il taglio del target price a 18 euro da 21 da parte di Credit Suisse. Direzione opposta per ITALCEMENTI ITAI.MI, che sale di quasi l‘1%.

* Lieve lettera su TELECOM ITALIA (TLIT.MI), che arretra dello 0,26% contro un indice europeo delle tlc .SXKP piatto.

* Tra i titoli minori, tonica AEDES (AEDI.MI). Oggi il Sole 24 Ore scrive che il gruppo ha ricevuto cinque manifestazioni d‘interesse per l‘aumento di capitale, tra cui figurerebbero anche quelle di Sopaf e Lehman Brothers.

* Nonostante la vittoria di ieri sera, JUVENTUS JUV.MI perde il 2,77%, tartassata dalle prese di profitto dopo i rialzi innescati dalla speculazione per l‘esito della partita contro l‘Artmedia Bratislava.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below