8 settembre 2011 / 08:29 / tra 6 anni

Borsa Milano in rialzo con banche in attesa Bce, balza Bpm

MILANO, 8 settembre (Reuters) - Piazza Affari è in rialzo estendendo il rimbalzo della vigilia sulla scia delle prestazioni positive di Wall Street e Tokyo.

Tra borse europee poco mosse, Milano è la migliore insieme a Madrid .IBEX in un clima generale di attesa per l‘importante appuntamento odierno con il consiglio della Bce.

Scontato il verdetto di una conferma dei tassi all‘attuale livello, i riflettori sono puntati sui commenti del presidente Jean-Claude Trichet soprattutto in merito al tema degli acquisti dei bond italiani e spagnoli.

Nelle speranze che sui mercati ritorni la calma gli operatori aggiornano le strategie di portafoglio alla luce dei nuovi scenari.

“Notiamo che l‘entità del ritracciamento della borsa italiana negli ultimi mesi è circa la metà di quella che ha avuto luogo nel periodo 2007/09”, dice Medibanca Securities in una nota.

“Tuttavia il movimento non è stato omogeneo per tutti i titoli in quanto alcuni come Terna, Ansaldo Sts, Snam Rete Gas, hanno recentemente superato i movimenti di quel periodo mentre titoli come Danieli, Bulgari, De Longhi, Banca Generali, Tod’s hanno ancora un valore di mercato molto più alto se paragonato al 2009”, aggiunge il broker.

Alle 10,15 circa l‘indice FTSE Mib .FTMIB sale dello 0,7% dopo il balzo di oltre il 4% di ieri. L‘AllShare .FTITLMS segna un guadagno dello 0,6% e il MidCap .FTITMC dello 0,2%.

* Prosegue la risalita dei bancari, migliore comparto in Europa. Sul listino di Piazza Affari svetta POP MILANO PMII.NI in rialzo del 4,5% dopo che l‘incontro di ieri in Bankitalia si è risolto con indicazione di andare avanti con l‘operazione di ricapitalizzazione nei tempi stabiliti, senza un rinvio.

Tra gli altri bancari UBI (UBI.MI) avanza del 2,7%, MPS (BMPS.MI) del 2%, INTESA SANPAOLO (ISP.MI) e UNICREDIT (CRDI.MI) dell‘1,5% circa.

* Rialzi anche nel settore automotive con FIAT INDUSTRIAL FI.MI in rialzo dell‘1,7% e FIAT FIA.MI dello 0,85%.

* A frenare il rialzo dell‘indice principale di borsa è la debolezza dei alcuni titoli legati al settore energetico cone TENARIS (TENR.MI), in calo dell‘1,7% e SAIPEM (SPMI.MI), insieme agli industriali PIRELLI PECI.MI e FINMECCANICA SIFI.MI.

* Lettera anche su MEDIASET (MS.MI), in calo dell‘1,3% dopo che Mediobanca ha tagliato il giudizio a “neutral” da “outperform” rivedendo il target price a 2,86 da 4,28 euro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below