9 agosto 2011 / 15:54 / 6 anni fa

Borsa Milano chiude in rialzo con rally Wall Street

MILANO, 9 agosto (Reuters) - In una seduta ancora vissuta sull‘ottovolante per tutte le borse europee, Piazza Affari riesce a rimbalzare con forti volumi interrompendo la scia di sette sedute consecutive in rosso.

A aiutare la borsa milanese è il rally di Wall Street, il rimbalzo di alcuni titoli ciclici e la sostanziale tenuta dei bancari. “I segnali di reazione del mercato sono un fatto positivo ma non gli darei un grosso significato vista l‘alta volatilità del mercato di questi ultimi giorni”, dice un‘operatrice che sul recupero delle borse nel pomeriggio cita l‘attesa sulla riunione della Fed di questa sera.

“Il mercato si è molto concentrato su quello che dirà Bernanke e i flussi sono un po’ diminuiti nel pomeriggio”, spiega.

Un altro trader sottolinea invece gli intensi volumi sui derivati e la forte volatilità registrata sull‘azionario nel corso della seduta.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB - in altalena tra un +2,8% di inizio seduta e cali fino al 3,2% - chiude in rialzo dello 0,52%, l‘Allshare .FTITLMS dello 0,5%, e il Mid Cap .FTITMC avanza dello 0,91%. I volumi superano i 4 miliardi di euro.

Il benchmark europeo FtsEurofirst 300 .FTEU3 rimbalza di oltre un punto percentuale circa, mentre a Wall Street - dopo il tonfo di ieri - gli indici mostrano rialzi tra il 2% e il 3%.

* Nel comparto dei finanziari spicca il balzo del 7,8% di POP MILANO PMII.MI con volumi in linea e con gli altri bancari positivi. BANCO POPOLARE BAPO.MI sale del 2,75%, INTESA SANPAOLO (ISP.MI) dell‘1,16% mentre UNICREDIT (CRDI.MI) è piatta. In Europa l‘indice .SX7P dei bancari guadagna mezzo punti percentuale.

* Si arrestano le vendite sugli industriali e in particolare sulle auto, con FIAT FIA.MI, molto volatile, che rimbalza del 3,2%.

“Qualcuno inizia a scommettere su un rimbalzo dei ciclici”, commenta un trader.

Rally anche per PIRELLI PECI.MI (+2,7%) e SAIPEM (SPMI.MI) che guadagna il 5,3% aiutata anche dalla promozione di Goldman Sachs a ‘buy’ da ‘neutral’ con un target price di 46,2 euro.

Secondo il broker, che ha inserito il titolo della controllata Eni (ENI.MI) nella ‘Conviction list’, la recente “vendita indiscriminata ha creato un‘opprtunità” sul titolo che rispetto ad altri concorrenti offre una combinazione rischio-rendimento più interessante e la cui valutazione non riflette in modo adeguata il portafoglio ordini al 2012. * PARMALAT (PLT.MI) balza del 5% dopo una lunga serie di ribassi seguiti alla conclusione dell‘Opa di Lactalis, che in mattinata hanno anche portato il titolo a un nuovo minimo dell‘anno a 1,453 euro, poco più della metà dei 2,6 euro offerti dai francesi.

* Vendite su energia e telefonici: ENEL (ENEI.MI) flette dello 0,7% ed ENI (ENI.MI) dell‘1,15%. TELECOM ITALIA (TLIT.MI) è la maglia nera del listino principale con un calo del‘1,9%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below