4 agosto 2011 / 08:13 / tra 6 anni

Borsa Milano passa in negativo, bene banche, giù Diasorin e Fiat

MILANO, 4 agosto (Reuters) - Piazza Affari ha perso lo slancio dell‘avvio di seduta in forte rialzo, grazie al recupero delle banche e di Wall Street ieri sera.

A mercati chiusi ieri il discorso del premier, Silvio Berlusconi, sulla crisi finanziaria. Lo spread Btp/Bund è calato a 350 punti base da 370 di ieri con il rendimento del decennale sceso sotto il 6%.

Berlusconi ha detto che la situazione economica e finanziaria dell‘Italia è solida ma i mercati, scossi da una crisi planetaria, non riescono a riconoscere il vero valore dei suoi titoli di debito e delle sue banche, senza annunciare un eventuale anticipo degli effetti della manovra che si vedranno al 2013.

“In avvio c’è stato un po’ di rimbalzo grazie al recupero delle banche. Ma è presto per tirare le conclusioni al discorso del premier e non azzarderei a dare dei giudizi in attesa di vedere come evolve la seduta. Certo dal discorso ci si aspettava molto di più”, commenta un trader.

Intorno alle 10,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB segna un calo dello 0,26%, l‘AllShares .FTITLMS dell‘0,23%. Fanno meglio gli altri mercati europei.

Banche sugli scudi anche se in rallentamento rispetto all‘avvio. INTESA SP (ISP.MI) sale dello 0,9% alla vigilia dei risultati del semestre domani, attesi positivi anche grazie alle partite non ricorrenti, mentre UNICREDIT (CRDI.MI) ha azzerato tutti i guadagni dopo il semestre ieri “buono e sopra le attese”, spiega un broker. Mps (BMPS.MI) balza di circa il 2%, corrono anche le popolari con POP MILANO PMII.MI in salita del 2% e e BANCO POPOLARE BAPO.MI in crescita dello 0,6%.

Bene le assicurazioni, l‘energia, con ENEL (ENEI.MI) in salita dello 0,9% dopo la conferma delle stime per il 2011, mentre è in calo di oltre il 2% FIAT INDUSTRIAL FIA.MI, FIAT FIA.MI (-0,7%).

DIASORIN (DIAS.MI) maglia nera fra le blue chip, sospesa al ribasso, con un teorico calo di oltre il 5% dopo i il secondo trimestre ieri di poco sotto le attese con gli analisti che rilevano poche sorprese. Sul titolo pesa il downgrade di alcuni broker.

Giancarlo Navach

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below