26 luglio 2011 / 10:58 / 6 anni fa

Borsa Milano incerta in attesa Usa, tengono UniCredit, Intesa

MILANO, 26 luglio (Reuters) - Piazza Affari si muove incerta in un mercato che mostra ancora segnali di nervosismo attorno alla crisi del debito della zona euro.

L‘asta dei titoli di Stato italiani ha visto rendimenti in deciso aumento rispetto alle ultime aste mentre lo spread sui rendimentI tra i decennali tornano ad allargarsi fino a oltre 300 punti base segnalando un aumento dell‘avversione al rischio.

Alcune trimestrali contrastanti e l‘attesa che in Usa si sblocchino le trattative sul tetto del debito alimentano inoltre l‘incertezza generali sui mercati azionari.

“La situazione sembra ancora instabile e l‘esito dell‘asta dei titoli del Tesoro italiani evidenzia la necessità di dover offrire dei rendimenti elevati per ripagare il rischio”, commenta un operatore

Alle 12,45 l‘indice FTSE Mib .FTMIB è in frazionale calo dello 0,08% circa mentre il relativo contratto futures IFSc1 perde lo 0,2%. Alla stessa ora l‘AllShare .FTITLMS è in ribasso dello 0,2% e il MidCap .FTITMC dello 0,8%. In Europa l‘indice benchmark FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede lo 0,4% mentre sul fronte Usa i futures indicano un avvio in leggero calo.

* A Milano il panorama dei bancari è contrastato con alcuni titoli, come POP MILANO PMII.MI, BANCO POPOLARE BAPO.MI e UBI (UBI.MI) che passano in negativo dopo i primi rialzi della mattinata mentre le big UNICREDIT (CRDI.MI) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) riescono a mantenersi in terreno positivo con rialzi rispettivamente del 3,4% e del 2,2%.

* La lettera coinvolge anche la compagnia assicurativa FONSAI FOSA.MI, in calo del 2,5% mentre nella galassia Ligresti PREMAFIN PRAI.MI balza del 5,8%.

Lo Stoxx europeo dei bancari .SX7P cede lo 0,8% mentre quello sulle assicurazioni .SXIP limita la flessione allo 0,3%.

* In grande spolvero LUXOTTICA (LUX.MI) (+2,7%) premiata per la buona trimestrale, superiore alle attese, annunciata ieri a mercati chiusi. In particolare gli analisti sono stati positivamente sorpresi dai dati sulle vendite e soprattutto dai margini del gruppo di occhialeria. [ID:nLDE76P0JD]

* Sempre in tema di trimestrali, ma sul fronte opposto, raffica di vendite su STMicroelectronics (STM.MI) che crolla di oltre l‘11% con forti scambi dopo l‘allarme lanciato dal produttore di chip sulle prospettive del mercato e dei ricavi. [ID:nLDE76P0LK].

* Passa in terreno negativo FIAT FIA.MI (-1,8%) in attesa dei conti trimestrali, così come FIAT INDUSTRIAL FI.MI (-0,6%) che però consolida i forti guadagni della vigilia sulla trimestrale.

* Prese di profitto su PIRELLI PECI.MI (-3%) mentre prosegue la correzione di MEDIASET (MS.MI) (-2,5%).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below