25 luglio 2011 / 07:24 / 6 anni fa

Borsa Milano apre in calo in scia Europa, banche pesanti

MILANO, 25 luglio (Reuters) - Avvio pesante a Piazza Affari in scia all‘apertura negativa delle altre borse europee dopo che neanche nel fine settimana il Congresso Usa è riuscito a trovare un accordo sull‘innalzamento del tetto del debito.

Sui mercati pesa anche il taglio del rating di Moody’s sulla Grecia.

“Il mancato accordo in Usa sul debito ha chiaramente innervosito il mercato per lo scenario di un default”, commenta a caldo un operatore.

La borsa milanese è la peggiore tra i listini continentali per la forte incidenza sull‘indice di borsa dei titoli bancari.

La piazza spagnola .IBES non sta quotando per problemi tecnici.

Alle 9,15 circa l‘indice FTSE Mib .FTMIB perde l‘1,3% evidenziando una performance peggiore del paniere paneuropeo FTSEurofirst 300 .FTEU3, in calo dello 0,4% circa.

L‘AllShare .FTITLMS cede l‘1,2% e il MidCap .FTITMC l‘1,5%.

Tutte le maggiori banche quotate a Piazza Affari segnano perdite intorno al 3%: UNICREDIT (CRDI.MI), dopo un avvio in calo del 5%, prova a recuperare e cede il 2,8% circa. Male anche gli assicurativi con FONSAI FOSA.MI in calo del 4%.

In controtendenza LOTTOMATICA LTO.MI che sale di oltre l‘1% dopo che Citigroup ha alzato il rating a “hold”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below