13 luglio 2011 / 11:25 / 6 anni fa

Borsa Milano tonica, rimbalzano banche, vivace Atlantia

MILANO, 13 luglio (Reuters) - Piazza Affari prosegue il rimbalzo iniziato ieri nella seconda parte della seduta con acquisti focalizzati sui molti titoli fortemente penalizzati nelle ultime sessioni a partire dalle banche.

Il mercato, dicono i trader, è rassicurato da tutte le notizie che confermano l‘impegno della politica a stringere sulla manovra finanziaria italiana, anche se l‘approccio resta cauto.

Intorno alle 13 il FTSE Mib sale dell‘1,44%, l‘AllShare dell‘1,36%, mentre l‘indice europeo FTSEurofirst 300 guadagna appena lo 0,04%. Volumi per circa 1,6 miliardi di euro. Wall Street è attesa positiva in avvio DJc1 NDc1 SPc1. Il futures sul FTSE Mib IFSc1 sale dell‘1,7% a 18.790.

“Ci voleva un po’ di respiro dopo sedute così pesanti, ma l‘impressione è che gli investitori restino comunque piuttosto prudenti”, dice un trader. “A dare un attimo di fiato sono le notizie che riguardano la manovra finanziaria, il fatto che ci sia un accordo governo-opposizioni per chiudere entro venerdì e che si voglia intervenire anche nel merito della manovra stessa”, aggiunge citando anche le indiscrezioni del Corriere della Sera in cui si parla di una manovra da 65 miliardi.

Intanto il ministro dell‘Economia Giulio Tremonti, che ha smentito voci di dimissioni, ha detto che “il decreto per il pareggio di bilancio sarà rafforzato per tutto il quadriennio e approvato entro venerdì”.

“Ci attendono però ancora appuntamenti importanti prima di parlare di ritrovata fiducia: l‘asta di Btp domani, gli stress test delle banche venerdì e non ultima la scadenza del 2 agosto per il debito Usa. Non siamo più nella tempesta ma il mare è ancora grosso”, conclude.

* A guidare il listino c’è ATLANTIA (ATL.MI) grazie alle prospettate modifiche alle norme fiscali per le concessionarie inizialmente previste nella manovra. Salgono anche le altre società autostradali (SIAS +7%) e GEMINA GEMI.MI controllante di Adr.

* Rimbalzano le banche proseguendo il recupero iniziato ieri. INTESA SP (ISP.MI) è in rialzo del 4,76% che si aggiunge al +3,3% della vigilia, UNICREDIT (CRDI.MI) +3,6% (ieri +5,9%).

* Risalgono dai recenti minimi IMPREGILO IPGI.MI, che sale di oltre il 4%, TELECOM ITALIA (TLIT.MI) +3,4%, FIAT INDUSTRIAL FI.MI +3,4%, MEDIASET (MS.MI) +3,1%. Dobole invece PARMALAT (PLT.MI).

* In asta di volatilità PININFARINA (PNNI.MI) con un teorico +30%. Secondo il Sole le banche creditrici avrebbero accolto positivamente le indicazioni di Vincent Bolloré per l‘acquisto della quota di maggioranza, non ancora formalizzato.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below