5 luglio 2011 / 07:59 / 6 anni fa

Borsa Milano apre in ribasso, pesanti Cir, Atlantia

MILANO, 5 luglio (Reuters) - Piazza Affari è in ribasso in un mercato cui manca il riferimento degli Stati Uniti, chiusi ieri, e che attende qualche indicazione dai dati macro dell‘area euro previsti per oggi.

Sono in agenda il Pmi servizi del mese di giugno e le vendite al dettaglio di maggio della zona euro.

Alle 9,30 l‘indice FTSE Mib .FTMIB perde lo 0,47%, l‘AllShare .FTITLMS lo 0,49%, il MidCap .FTITMC lo 0,79%.

* Bancari negativi, penalizzati quelli che avevano registrato un buon rimbalzo nelle ultime sedute. MONTEPASCHI (BMPS.MI) perde oltre il 2%, UBI (UBI.MI) l‘1,8%, POP MILANO PMII.MI l‘1,7%. UNICREDIT (CRDI.MI) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) segnano ribassi inferiori all‘1%. Lo stoxx europeo di settore .SX7P cala dello 0,59%.

* CIR (CIRX.MI) tra i peggiori del listino dopo la notizia che nella manovra economica c’è una disposizione che potrebbe sospendere il risarcimento da parte di Fininvest nell‘ambito del Lodo Mondadori.

* FONDIARIA-SAI FOSA.MI (-1,7%) ieri sostenuta dalle indiscrezioni di stampa sulla presenza del fondo attivista Amber nel capitale, torna a perdere terreno. I diritti FOSA_r.MI segnano un calo del 3% circa.

* SEAT PGIT.MI in ribasso del 2% circa dopo il balzo di ieri. I trader parlano di titolo molto volatile e oggetto di piccola speculazione. La società, commentando indiscrezioni di stampa su una liberatoria da parte delle banche creditrici ai fini della ristrutturazione del debito, ha precisato di aver realizzato, solo con Rbs, una modifica tecnica al contratto di finanziamento al fine di avviare i colloqui con i creditori.

* ATLANTIA (ATL.MI) prosegue il deciso ribasso del pomeriggio di ieri, con gli investitori preoccupati per la riduzione all‘1 dal 2% del tetto all‘ammortamento fiscale dei beni in concessione contenuto nell‘ultima versione della manovra. Negative anche le altre società del settore, come SIAS (SIS.MI), AUTOSTRADA TO-MI (ATMI.MI), AUTOSTRADE MERIDIONALI (AUMI.MI), con volumi ancora poco significativi.

* In linea con l‘indice o leggermente più deboli, proseguendo il movimento di ieri, i titoli delle energie rinnovabili mentre non è chiaro se il testo definitivo della manovra conterrà o meno il taglio agli incentivi. ENEL GREEN POWER EGPW.MI perde lo 0,75%, TERNIENERGIA (TRNI.MI) lo 0,65%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below