29 giugno 2011 / 08:16 / 6 anni fa

Borsa Milano in rialzo con banche, recupera Mps, corre Fonsai

MILANO, 29 giugno (Reuters) - L‘ottimismo su un‘evoluzione positiva della crisi del debito in Grecia spinge al rialzo le borse europee, Piazza Affari compresa, proseguendo il recupero della vigilia.

Oggi è una giornata cruciale per la Grecia il cui Parlamento è chiamato ad approvare il pacchetto di austerity chiesto da Ue e Fmi per concedere i fondi necessari a impedire il default e nelle ultime ore sono cresciute le chance per un voto favorevole. Il voto oggi è atteso a partire dalla tarda mattinata.

Attorno alle 10,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB guadagna l‘1,3%, l‘AllShare .FTITLMS l‘1,2% e il MidCap .FTITMC lo 0,9%. * Prosegue il recupero di FONDIARIA-SAI FOSA.MI (+3,9%) e MILANO ASSICURAZIONI ADMI.MI (+5,1%), compagnie sotto aumento di capitale. In ottemperanza alle normative vigenti, quest‘ultima e SAI Holding hanno completato ieri la cessione di tutti i diritti di opzione sulle azioni Fonsai.

I diritti di FonSai FOSA_r.MI balzano del 9,4% e quelli di Milano Assicurazioni ADMI_r.MI del 10,6%. La controllante PREMAFIN PRAI.MI sale di oltre il 2%.

* Rimbalza PRYSMIAN (PRY.MI) (+3,8%) dopo il calo di ieri.

* Bene anche IMPREGILO IPGI.MI (+2,4%) dopo che la Corte di appello di Firenze ha assolto nel processo sui danni ambientali legati ai lavori dell‘alta velocità Bologna-Firenze l‘attuale AD di Impregilo, Alberto Rubegni, che nel periodo 1998-2001 era a capo del consorzio Cavet, e tutti gli altri imputati.

E’ stato anche cancellato il risarcimento da 150 milioni di euro a carico di Cavet, controllato al 75% da Impregilo.

“Una notizia positiva e che segue quelle precedenti sui rifiuti in Campania”, commenta un trader.

* Bancari generalmente positivi grazie all‘estensione del movimento partito ieri pomeriggio quando sono emerse indicazioni positive sugli stress test degli istituti italiani.

“Se confermate [le anticipazioni sull‘Eba], consideriamo queste come un segnale positivo per le banche italiane, in quanto l‘inasprimento dei criteri per la valutazione del rischio sovrano svelato dall‘Eba pochi giorni fa aveva accresciuto le preoccupazioni del mercato sulle chances per le banche italiane di superare gli stress test”, si legge nella nota mattutina di Mediobanca che rimane comunque cauta sulle banche italiane nel contesto del settore europeo.

* Rimbalza MPS (BMPS.MI) (+2,4%) dopo le vendite di ieri, mentre INTESA SANPAOLO (ISP.MI) e UNICREDIT (CRDI.MI) registrano rialzi rispettivamente dell‘1,8% e dell‘1,4%.

Poco mosse le popolari UBI (UBI.MI), BANCO POPOLARE BAPO.MI e POP MILANO PMII.MI.

* In calo MEDIASET (MS.MI) (-0,8%) dopo il taglio del target price a 2,5 euro da parte di nomura.

* FERRAGAMO (SFER.MI) brinda al debutto con un rialzo nell‘ordine del 7%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below