10 giugno 2011 / 15:59 / 6 anni fa

Borsa Milano chiude in calo in linea con Europa, male Pop Milano

MILANO, 10 giugno (Reuters) - Nel pomeriggio Piazza Affari ha ampliato le perdite e ha chiuso in calo di oltre l‘1%, in sintonia con le altre borse europee, sulla scia di Wall Street.

Un trader sottolinea come il mercato risenta del calo del prezzo del greggio sotto i 100 dollari al barile, con ENI (ENI.MI) che ha lasciato sul terreno l‘1,4%, in linea con lo stoxx europeo di settore .SXEP.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB ha terminato la seduta in calo dell‘1,33%, l‘Allshare .FTITLMS dell‘1,27% e lo Star .FTSTAR dello 0,66%. Volumi per 2,4 miliardi di euro.

* Pesante il comparto bancario, con l‘eccezione di BANCO POPOLARE BAPO.MI, che è riuscito a chiudere in parità. Tra i peggiori c’è invece POP MILANO PMII.MI (-3,46%), zavorrata dai timori del mercato sui conti e sulla gestione del rischio del gruppo alimentati dalle indiscrezioni di stampa sull‘ispezione di Bankitalia, nonostante le precisazioni e rassicurazioni fornite dalla banca. UBI (UBI.MI), sotto aumento, ha perso l‘1,1%, mentre i diritti hanno lasciato sul terreno quasi il 15% UBI_r.MI.

* ENEL GREEN POWER EGPW.MI ha chiuso leggermente sopra la parità. Un broker estero ha migliorato il target price.

* Tra i pochi titoli del listino principale che non hanno registrato perdite, ci sono anche ANSALDO (STS.MI) e PARMALAT (PLT.MI) e BULGARI BULG.MI, entrambi sotto Opa.

* ATLANTIA (ATL.MI) ha lasciato sul terreno il 2,57%, penalizzata dalle indiscrezioni stampa che ipotizzano uno spacchettamento delle partecipazioni raccolte in Sintonia. [ID:nLDE7590XW]

* Tonica PIAGGIO (PIA.MI). Secondo alcuni quotidiani, la società è entrata nel mercato indonesiano con una società commerciale e punta a realizzare in loco un nuovo stabilimento produttivo.

* In calo TI MEDIA TCM.MI dopo l‘ennesimo strappo al rialzo di ieri.

* Rialzo a due cifre per COBRA COBRA.MI e MONDO HOME MHE.MI, che oggi ha raggiunto un accordo preliminare per l‘acquisizione del rimanente 49% della controllata Moviemax Italia detenuto dai soci di minoranza RG Holding e Finanziaria Cinema, per 3,5 milioni di euro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below