3 giugno 2011 / 15:52 / 6 anni fa

Borsa Milano chiude positiva seduta altalenante, balzo Fiat

MILANO, 3 giugno (Reuters) - Piazza Affari riesce a chiudere in territorio positivo una seduta piuttosto incerta, sfruttando nell‘ultima parte i segnali confortanti provenienti dalla Grecia e il dato Ism non manifatturiero degli Usa migliore delle attese.

Poco prima era stato il dato sui nuovi occupati della prima economia mondiale, peggiore delle aspettative, a spingere al ribasso la piazza milanese, così come tutte quelle europee, confermando quanto la ripresa americana non sia così tonica.

“La Grecia e l‘Ism ci hanno fatto girare in positivo”, è il commento di un trader facendo riferimento anche all‘annuncio della conclusione positiva dell‘ispezione ad Atene di Ue, Fmi e Bce.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB ha chiuso in rialzo dello 0,53% dopo che in seduta aveva perso fino all‘1%, l‘Allshare .FTITLMS ha guadagnato lo 0,40%, lo Star .FTSTAR ha ceduto lo 0,17%. Volumi per 2,7 miliardi di euro.

* Spicca il balzo di FIAT FIA.MI: il Lingotto ha annunciato un accordo per l‘acquisto del 6% di Chrysler detenuto dal Tesoro Usa per 500 milioni di dollari e del diritto a comprare tutta la quota di Veba, che però pochi minuti fa ha dichiarato di non aver fretta di uscire. Poco mosso lo stoxx del settore .SXAP.

Sulla scia la controllante EXOR (EXOR.MI) e FIAT INDUSTRIAL FI.MI.

* Tra le banche, a livello europeo in leggero rialzo, si segnala INTESA (ISP.MI), ritenuta da diversi broker a buon mercato ai prezzi attuali. “Il titolo corre per mantenere la parità con i diritti dell‘aumento”, spiega un trader. Nell‘ultimo giorno valido per le negoziazioni, i diritti ISP_r.MI legati all‘aumento Intesa balzano di oltre il 20% e l‘azione si adegua di conseguenza.

Bene anche UNICREDIT (CRDI.MI) che accelera leggermente dopo che l‘AD Federico Ghizzoni ha dichiarato che l‘Italia nel 2011 andrà meglio del 2010.

UBI (UBI.MI) cambia decisamente passo nell‘ultim‘ora di contrattazioni chiudendo a +2,46% dopo aver segnato in seduta anche -3,4%. Il titolo si prepara all‘avvio dell‘aumento di capitale di lunedì.

* FONDIARIA-SAI FOSA.MI scivola del 3,41%. Un broker segnala la mancata rottura di una resistenza che ha spinto il titolo sui minimi dell‘anno. Altri parlano di movimenti tecnici in vista dell‘aumento di capitale che dovrebbe partire entro breve tempo. PREMAFIN PRAI.MI e MILANO ADMI.MI salgono dell‘1%.

* Spunti su CAMPARI (CPRI.MI): oggi Fitch parla di una possibile ripresa dell‘attività di M&A nel comparto.

* TISCALI (TIS.MI) vola a +12% nonostante Wind abbia smentito le indiscrezioni stampa su una possibile integrazione tra i due gruppi.

* MOLMED (MLMD.MI) guadagna oltre il 4% dopo aver annunciato i nuovi dati clinici del farmaco sperimentale NGR-hTNF in tre diversi tipi di neoplasie polmonari.

* Balzo a doppia cifra per ZUCCHI (ZUCI.MI) con volumi tre volte la media.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below