27 maggio 2011 / 11:01 / 7 anni fa

Borsa Milano prosegue tonica trascinata da banche, Fiat

MILANO, 27 maggio (Reuters) - Piazza Affari prosegue in rialzo e si riporta sui livelli dell‘avvio sostenuta dai bancari, auto e petroliferi.

Il listino milanese, al pari della altre borse europee, riprende il movimento di rimbalzo dopo la lieve flessione accusata dalla notizia che Fitch ha rivisto al ribasso l‘outlook sul Giappone a “negativo” da “stabile” e si concentra sui bancari rinvigoriti in tutto il Continente, dalle speranze che i requisiti di Basilea III potrebbero non essere così gravosi sulle capitale delle banche Ue come inizialmente ipotizzato.

“La revisione dell‘outlook sul Giappone ha avuto un piccolo impatto negativo ma è già stato cancellato”, spiega un trader.

Attorno alle 12,50 l‘indice FTSE Mib .FTMIB segna un rialzo dello 0,83%, l‘Allshare .FTITLMS dello 0,76%, mentre il paniere delle Mid cap .FTITMC avanza dello 0,27%.

Volumi attorno a 1,9 miliardi di euro.

Tonico anche il futures sul paniere principale IFSc1 che viene trattato a 20.850 punti, a ridosso della resistenza di 20.950 testata in avvio.

* Tra i bancari UNICREDIT (CRDI.MI) e MEDIOBANCA (MDBI.MI) segnano rialzi poco sotto il 2%, UBI (UBI.MI) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) guadagnano rispettivamente l‘1,5% e l‘1,2%, in linea con l‘indice Stoxx europeo del settore bancario .SX7P. Deboli invece BANCO POPOLARE BAPO.MI e POP MILANO PMII.MI che passano in negativo dopo gli iniziali rialzi.

In tutta Europa i titoli bancari beneficiano delle ipotesi avanzate dal Financial Timese secondo cui le banche dell‘Unione europea potrebbero aggirare alcuni vincoli previsti dalle regole di Basilea III sui requisiti di capitale.

In particolare la bozza della direttiva Ue che recepisce gli standard patrimoniali concordati a livello mondiale, potrebbe consentire alle banche Ue un trattamento più favorevole delle partecipazioni nelle assicurazioni a livello di capitale.

Un‘eventualità che favorirebbe pertanto gli istituti che hanno una consistente attività assicurativa ma che tuttavia sarebbbe di scarso impatto pe le banche italiane, le cui attività nel settore assicurativo non sono particolarmente rilevanti, sostiene un analista. [ID:nLDE74Q0PB]

* Ben comprata FIAT FIA.MI, in rialzo dell‘1,3% mentre un trader chiamo in causa “le speculazioni” suscitate dalle indiscrezioni stampa relative ad un incontro, che si sarebbe svolto nei giorni scorsi, tra alcuni rappresentanti della casa giapponese Suzuki e i vertici Fiat-Chysler. Tonico tutto il settore automotive europeo (Stoxx +0,8%)

* A sostenere gli indici sono anche i petrolifero, con ENI (ENI.MI) in progresso di oltre l‘1%.

* A2A (A2.MI) guadagna l‘1,1%. Sempre nel settore energetico EDISON EDN.MI flette dello 0,2%. Il titolo viene da due sedute di forti rialzi innescati dalle speculazioni su un‘Opa da parte di Edf e rilanciate da uno studio di Banca Leonardo due giorni fa.

In una nota di stamattina il broker precisa che le analisi contenute nel report sono frutto di una ricerca indipendente e che “sono state prodotte senza alcuna consultazione o assistenza o informazione in qualunque modo proveniente da EDF”.

“Banca Leonardo ribadisce che non é a conoscenza delle intenzioni o dei progetti di Edf su Edison se non per le informazioni pubbliche”, conclude la nota.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below