26 maggio 2011 / 16:18 / 6 anni fa

RPT-Borsa Milano chiude in calo su parole Juncker, dato pil Usa

Precisa nome acquirente azioni Tesmec in Carlo Annibale Caccia e chiarisce che non si tratta del fondatore della società

MILANO, 26 maggio (Reuters) - Piazza Affari termina la seduta in territorio negativo, peggiorando nel pomeriggio dopo le parole del presidente dell‘Eurogruppo Jean-Claude Juncker che getta ombra sul prossimo pacchetto di aiuto del Fondo Monetario Internazionale alla Grecia.

“Il mercato scende per le dichiarazioni di Juncker più i brutti dati Usa”, commenta un trader.

La virata in negativo, infatti, dopo una slancio d‘avvio e un prosieguo di mattinata piuttosto ondivago, era cominciata con il dato Usa sul pil del primo trimestre cresciuto su basi annualizzate dell‘1,8% contro il 2,1% atteso.

Poco dopo Juncker ha dichiarato che l‘Fmi potrebbe negare la tranche di aiuti alla Grecia.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB ha quindi chiuso a -0,71%, l‘Allshare .FTITLMS a -0,66%, lo Star .FTSTAR a +0,12%. Volumi per circa 3,9 miliardi di euro.

* I dubbi sulla situazione della Grecia penalizzano soprattutto il settore bancario con alcuni istituti come POP MILANO PMII.MI, BANCO POPOLARE BAPO.MI e UNICREDIT (CRDI.MI) che cedono intorno al 3% sottoperformando notevolmente lo stoxx europeo .SX7P. Mostrano, invece, una buona tenuta INTESA (ISP.MI), UBI BANCA (UBI.MI) e MPS (BMPS.MI).

* AZIMUT (AZMT.MI) in controtendenza sulla scia dei dati sull‘andamento del primo trimestre del settore risparmio gestito in Italia.

* LOTTOMATICA LTO.MI ha chiuso a -3,59%: “E’ stata rotta la media mobile a 55 giorni a 13,95 euro, per questo è sceso velocemente”, dice un dealer. Altri citano realizzi e affermano che finché il titolo resta sopra 13 euro - oggi ha chiuso a 13,71 - l‘impostazione positiva di medio non viene intaccata.

* Poco mossi gli energetici come ENI (ENI.MI) o SNAM (SRG.MI). I due ‘oil servicer’ SAIPEM (SPMI.MI) e TENARIS (TENR.MI) sono invece positivi. Su Tenaris un report di Credit Suisse ricorda che il titolo ha sottoperformato alcuni competitor dall‘inizio dell‘anno e adesso “gli investitori possono cominciare a guardare la sottoperformance con più interesse”.

* Fuori dal listino principale spicca TESMEC (TES.MI) che chiude a +16,29%. Sul titolo non ci sono notizie particolari se non acquisti effettuati nei giorni scorsi da Carlo Annibale Caccia, dal presidente e azionista Ambrogio Caccia Dominioni e dall‘azionista Ellida Pittaluga per piccoli quantitativi.

* CIA (CIAZ.MI) chiude in rialzo di oltre 6% dopo l‘accordo transattivo raggiunto con EuroAirports che prevede che quest‘ultima versi 5,25 milioni.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below