26 maggio 2011 / 14:32 / tra 6 anni

Borsa Milano peggiora dopo dichiarazioni Juncker, male banche

MILANO, 26 maggio (Reuters) - Dopo una mattinata trascorsa a cavallo tra segno positivo e negativo, Piazza Affari peggiora con decisione nel pomeriggio dopo le parole del presidente dell‘Eurogruppo Jean-Claude Juncker che gettano ombre sulla prossima tranche di aiuti alla Grecia da parte del Fondo Monetario Internazionale.

Già nel primo pomeriggio l‘azionario aveva subito un lieve peggioramento dopo la diffusione del dato preliminare sul pil Usa che nel primo trimestre cresce dell‘1,8% annualizzato contro il 2,1%, avvalorando i dubbi sulla rapidità della ripresa nella prima economia mondiale.

“Il mercato scende per le dichiarazioni di Juncker più i brutti dati Usa”, commenta un trader.

Intorno alle 16,30 l‘indice FTSE MIb .FTMIB cede lo 0,90%, mentre l‘Allshare .FTITLMS perde lo 0,86%. Volumi per 3,5 miliardi di euro circa.

La lettera colpisce soprattutto i titoli bancari con perdite di poco sotto al 3% per POP MILANO PMII.MI, BANCO POPOLARE BAPO.MI e UNICREDIT (CRDI.MI).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below