24 maggio 2011 / 07:43 / tra 7 anni

Borsa azzera rialzo con peggioramento bancari, balzano auto, oil

MILANO, 24 maggio (Reuters) - Il nervosismo per la crisi debitoria della zona euro tiene banco anche oggi sui mercati, deprimendo i bancari; proprio le vendite sugli istituti di credito arrivano a vanificare il mini rimbalzo tentato oggi dal listino milanese alla guida di automotive e petroliferi, settori sugli scudi anche nel resto d‘Europa.

Intorno alle 12,15 il FTSE Mib .FTMIB ha pressoché azzerato il rialzo della mattinata mentre l‘AllShare .FTITLMS segna +0,1% e l‘indice Mid cap .FTITMC è piatto. Volumi per 1,745 miliardi di euro. Sul fronte europeo il FTSEurofirst 300 .FTEU3 registra un progresso dello 0,25%.

Il derivato sul benchmark milanese si è mosso nel range 20.500-21.000 punti e un‘eventuale discesa sotto 20.500 spingerebbe il futures verso 20.300 punti.

Al di là dell‘Atlantico i derivati sugli indici statunitensi preannunciano un‘apertura positiva di Wall Street. SPc1 DJc1 NDc1

* Fra i bancari, in tarda mattinata scende su nuovi minimi dell‘anno POP MILANO PMII.MI, arrivando a perdere il 3%. Lettera pronunciata anche su MPS (BMPS.MI) ma tutte le banche italiane lasciano sul campo almeno un punto percentuale.

* Si mette in evidenza TOD‘S (TOD.MI) dopo che, secondo un trader, in un report di ieri Goldman ha aggiornato le stime arrotondando il prezzo obiettivo a 111,9 da 108 euro e confermando la raccomandazione “buy”. Restando nel lusso ma fra i titoli a capitalizzazione più bassa, corrono anche AEFFE (AEF.MI) e DAMIANI DAMI.MI. In un‘intervista a Il Sole 24 Ore, l‘AD Guido Damiani ha detto che se la quota in Pomellato fosse “ambita e pagata con i multipli applicati a Bulgari, potremmo decidere di venderla”, senza escludere tuttavia un interesse ad acquistare a sua volta. * Ben comprata LUXOTTICA (LUX.MI) all‘indomani dell‘annuncio dell‘acquisto anticipato a luglio 2011 di circa il 57% di Multiopticas Internacional, operazione che consente al gruppo di occhialeria di salire al 97% del capitale della società che controlla oltre 470 negozi di ottica in Cile, Perù, Ecuador e Colombia. “Valutiamo positivamente il rafforzamento della presenza in America Latina”, si legge in un report di Mediobanca che conferma la raccomandazione “neutral” sul titolo con target price 22,87 euro.

* FIAT FIA.MI rialza la testa dopo lo scivolone di ieri - in sintonia con il comparto auto europeo - in attesa dell‘annuncio del rimborso dei prestiti dovuti da Chrylser ai governi Usa e canadese; l‘operazione, secondo quanto dichiarato ieri dall‘AD Sergio Marchionne, comporterà risparmi per oltre 300 milioni di dollari l‘anno in interessi. Denaro anche su PIRELLI PECI.MI

* PARMALAT (PLT.MI) al palo allineata al prezzo dell‘Opa lanciata da Lactalis a 2,6 euro ad azione che è partita ieri.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below