11 maggio 2011 / 10:41 / tra 7 anni

Borsa Milano estende rialzo, risalgono banche, debole Parmalat

MILANO, 11 maggio (Reuters) - Piazza Affari si muove in stretto range nel terreno positivo sostenuta dall‘andamento dei mercati esteri nella notte e dalle altre piazze europee che beneficiano di alcune buone trimestrali.

“Si fa poco, la giornata complessivamente è discreta, ma lo spessore del movimento è esiguo”, dice un trader.

Sulla piazza italiana pochi spunti, poca voglia di prendere inziative, mentre restano i timori sul debito dell‘area euro.

Bene Enel Green Power, cala in modo deciso Poltrona Frau dopo i risultati. Tod’s invece sale in vista dei dati che saranno diffusi domani.

Banche sottotono, ma le vendite moderate delle prime battute rientrano nel corso della mattinata.

Alle 12,20 FTSE Mib .FTMIB in rialzo dello 0,92%, AllShare .FTITLMS +0,85%, il Midcap .FTITMC dello 0,49%.

Scambi per circa 2 miliardi.

* POLTRONA FRAU PFGI.MI cala del 3% dopo i dati del primo trimestre più deboli delle attese. Un analista parla di fatturato peggiore delle aspettative, ma dice che l‘andamento degli ordini, in rialzo del 10% a oggi nel 2011 per i tre marchi principali, consente una conferma delle previsioni sull‘anno. Secondo Unicredit, che indica prezzo obiettivo a 1,1 euro, i risultati non sono una sorpresa o una preoccupazione e il trend di fondo per il gruppo rimane positivo.

* PARMALAT (PLT.MI) perde terreno (-0,2%) dopo le notizie dell‘indagine della magistratura sull‘offerta Lactalis, in un mercato che cerca di capire i possibili sviluppi della situazione, ma resta sopra 2,6 euro per azione, prezzo dell‘offerta Lactalis.“Non saprei... non so cosa stanno andando a cercare”, dice un trader, commentando le notizie sull‘indagine. “Mi sembrava un‘operazione chiusa, personalmente sono sorpreso del fatto che il titolo resti stabilmente sopra i 2,6 euro” dell‘Opa Lactalis, aggiunge. Secondo Il Messaggero, gli adviser di Parmalat, in mancanza di una revisione a 2,8 euro, sono pronti a raccomandare di rifiutare l‘offerta perchè non congrua. Secondo alcune fonti l‘inchiesta sull‘andamento del titolo ipotizza i reati di aggiotaggio e insider trading.

* INTESA SANPAOLO (ISP.MI) in rialzo dell‘1%, dopo l‘approvazione dell‘aumento di capitale da parte dell‘assemblea. Un giornale ha parlato di prezzo a sconto del 20-25% sui valori di borsa. Citi riduce il prezzo obiettivo a 2,3 da 2,5 euro e le stime a causa del trend del settore e dopo l‘approvazione dell‘aumento di capitale da 5 miliardi.

* TOD‘S (TOD.MI) +2,28%, in attesa dei risultati che saranno diffusi domani. Un analista, che ha previsioni tutto sommato in linea con il consensus, vede un aumento del fatturato di circa il 15% e dell‘Ebit di circa il 20%.

* ENEL GREEN POWER EGPW.MI +2% dopo i risultati migliori delle attese. L‘Ebitda del primo trimestre è pari a 393 milioni di euro da 353 milioni del consensus Thomson Reuters.

* AICON BW1.MI segna prezzo teorico in rialzo del 21% dopo l‘annuncio del piano di rilancio 2011-2015.

* ARENA ARENA.MI è in rialzo del 9%, dopo l‘annuncio dell‘accordo con gli investitori istituzionali sulle obbligazioni Agria Finance. La ristrutturazione del bond agevolerà il processo di risanamento del gruppo Arena, che potrà contare, tra l‘altro, sulla piena esecuzione e supporto degli impegni di ripatrimonializzazione e riscadenziamento del debito assunti da Logint, ha detto la società.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below