10 maggio 2011 / 15:57 / tra 7 anni

CORRETTO-Borsa Milano in rialzo con banche, industria e lusso

corregge paragrafo su Italcementi, precisando che Ciment potrebbe ridurre la sua quota in Ayfon (non che ne ha annunciato la vendita del 51%)

MILANO, 10 maggio (Reuters) - Piazza Affari archivia in rialzo una seduta che ha visto tornare il sereno sui cieli europei, sebbene il fantasma della crisi del debito sovrano continui ad aggirarsi nel Vecchio continente.

In un report dedicato a stabilità finanziaria e debito, Mike Riddell, gestore del team obbligazionario di M&G, scrive che, a proposito della zona euro, “la determinazione verso ulteriori misure di austerità e salvataggi sta probabilmente venendo meno, come dimostra il risultato delle recenti elezioni finlandesi”. Secondo Riddell, le probabilità che la Grecia venga ‘costretta’ ad una ristrutturazione del debito sono legate all‘evoluzione della situazione in Spagna. “Se l‘affidabilità del credito sovrano spagnolo viene messa sotto pressione”, sostiene il gestore, “allora le probabilità che avvenga una ristrutturazione greca diminuirebbero drasticamente, dal momento che il rischio contagio dalla Grecia ad altri stati sovrani sarebbe considerato troppo grande (per essere affrontato)”.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib .FTMIB ha guadagnato l‘1,47%, l‘AllShare .FTITLMS l‘1,38% e il Midcap .FTITMC lo 0,93%. Volumi per un controvalore di circa 2,8 miliardi di euro.

* MEDIOLANUM MED.MI regina del paniere principale: +3,17%. Il titolo del gruppo guidato da Ennio Doris ha sprintato da subito sulle indiscrezioni riguardanti una trattativa con Julius Baer BAER.VX per la cessione della partecipazione in Banca Esperia. Le precisazioni di Mediolanum (la quota di Esperia non è vendita) e di Julius Baer (le trattative si sono interrotte) non hanno depresso le quotazioni.

* Le altre banche si sono mosse in sintonia con l‘Europa .SX7P (+1,24%). POP MILANO PMII.MI è salita dell‘1,9%, UNICREDIT (CRDI.MI) del 2,34%, BANCO POPOLARE BAPO.MI dell‘1,98%, MEDIOBANCA (MDBI.MI) dell‘1,75%, INTESA SANPAOLO (ISP.MI) dell‘1,81% e MONTEPASCHI (BMPS.MI) dell‘1,73%.

* Bene ENEL (ENEI.MI): +1,78%. La trimestrale della controllata spagnola Endesa (ELE.MC) ha evidenziato un utile netto quasi dimezzato rispetto ad un anno fa, che risulta, però, in crescita del 4,9% al netto della plusvalenza realizzata nel primo trimestre del 2010. In scia la controllata ENEL GREEN POWER EGP.MI: +1,96%.

* PIRELLI PECI.MI è avanzata del 2,57%. Hsbc ha migliorato il giudizio sul titolo ad ‘overweight’ da ‘neutral’ e ha incrementato il target price a 8,20 euro da 6,1 euro. Vivace CAMFIN CAMI.MI: +3,92%.

* Nel comparto automotive, tonico in Europa .SXAP (+1,26%), FIAT FIA.MI ha guadagnato l‘1,52% e la controllante EXOR (EXOR.MI) l‘1,1%. Da notare la corsa delle EXOR PRIVILEGIATE EXOR_p.MI: +2,8%. Nella galassia Agnelli, JUVENTUS (JUVE.MI) in calo dell‘1,82%: bloccata ieri sul pareggio dal Chievo, la squadra bianconera vede allontanarsi irrimediabilmente il quarto posto, l‘ultimo valido per l‘accesso alla Champions League.

* Debole AUTOGRILL (AGL.MI) (-0,67%), dopo i risultati del primo trimestre e la conferma della guidance sull‘intero 2011.

* Brillante TOD‘S (TOD.MI) (+2,01%). Nel segmento del lusso/retail, LUXOTTICA (LUX.MI) ha messo a segno un progresso dell‘1,25%, mentre BULGARI BULG.MI è rimasta al palo (+0,08%). Fuori dal paniere principale, DAMIANI (DMN.MI) è balzata dell‘8,16%: Guido Damiani, presidente e AD, ha dichiarato che la famiglia valuterà eventuali offerte per il 18% di Pomellato. Nel comparto, al galoppo POLTRONA FRAU PFGI.MI (+3,68%) e YOOX YOOX.MI (+3,43%), che ieri ha pubblicato i risultati del primo trimestre.

* Spunti per diversi titoli industriali: PRYSMIAN (PRY.MI) +2,8%, FINMECCANICA SIFI.MI +2,31% e, tra le small e mid cap, TESMEC (TES.MI) +2,28% e DANIELI (DANI.MI) +3,58%. Illustrando la strategia d‘investimento per il mese di maggio, Swiss & Global Asset Management scrive di privilegiare “i settori relativamente ciclici dell‘industria, dei materiali, dell‘energia e dell‘informatica”.

* ITALCEMENTI ITAI.MI è salita del 2,41%: la controllata Ciment Français CMFP.PA ha annunciato che potrebbe ridurre la quota - ora al 51% - della turca Afyon Cimento (AFYON.IS). Nel settore, in denaro ASTALDI (AST.MI): +2,66%.

* SEAT PAGINE GIALLE PGIT.MI ha guadagnato il 2,12% nella giornata in cui ha comunicato i risultati del primo trimestre.

* Tra le small cap, in volo MONDO HOME ENTERTAINMENT MHE.MI (+9,92%), ROSSS (ROSS.MI) (+6%), CDC CDC.MI (+15,92%), MONRIF (EDII.MI) (+4,47%) e ACQUE POTABILI ACP.MI (+4,48%).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below