13 aprile 2011 / 11:36 / 7 anni fa

Borsa Milano allunga rialzi, forte Pirelli, deboli finanziari

MILANO, 13 aprile (Reuters) - A fine mattinata Piazza Affari allunga i guadgani dando più consistenza al movimento di rimbalzo visto in avvio.

Il listino milanese torva beneficio dai rialzi di Pirelli e degli energetici mentre l‘incertezza sui finanziari frena il recupero.

Intorno alle 13,20 l‘indice FTSE Mib .FTMIB avanza dello 0,64%, quanto l‘AllShare .FTITLMS mentre il MidCap .FTITMC sale dello 0,53%.

Buona anche l‘impostazione del futures sull‘FTSE Mib che sale dello 0,65% a 21.785 punti.

* Fra le blue chip PIRELLI PECI.MI si mette in evidenza (+2,9%) all‘indomani dell‘annuncio di un aumento dei prezzi dei pneumatici per tutti i mercati dell‘area Emea (Europa, Medioriente e Africa).

“Abbiamo di recente rivisto al rialzo il prezzo obiettivo di Pirelli a 7,2 euro (dal precedente 6,87 euro) che lascia un upside del 14% rispetto agli attuali livelli, un upside che potrebbe essere parzialmente coperto nel prossimo mese sulle attese di buoni risultati del primo trimestre”, si legge in una nota di Mediobanca che conferma la raccomandazione “outperform” sul titolo.

* Tonica DIASORIN (DIAS.MI) con un rialzo del +2,57% che i trader riconducono a un report di Intermonte che ha promosso il titolo della società di diagnostica in vitro a “outperform” fissando un prezzo obiettivo di 37,7 euro.

* Ben comprata ATLANTIA (ATL.MI) in rialzo del 2%. Nomura, in un report, in cui conferma il rating “buy” e il target price a 24,50 euro, sostiene che la società sta facendo “progressi in diversi campi che dovrebbero diventare maggiormente visibili nel corso dell‘anno e che dovrebbero offrire sostanziale valore nel lungo periodo”.

* ENEL (ENEI.MI) beneficia dell‘intonazione positiva del settore dei servizi di pubblica utilità in Europa - insieme a A2A (A2.MI) ma anche di una promozione a “outperform” da “neutral” di Credit Suisse. Acquistata anche ENEL GREEN POWER EGPW.MI, su cui il broker ha alzato il prezzo obiettivo a 1,9 da 1,75 euro

* In denaro IMPREGILO IPGI.MI (+1,2%) che ieri a mercato chiuso ha annunciato una commessa in Romania.

* Lieve rimbalzo per TELECOM ITALIA (TLIT.MI) dopo aver lasciato sul terreno un abbondante punto percentuale ieri. L‘assemblea ha votato i dodici consiglieri indicati da Telco, lasciando fuori la Findim della famiglia Fossati.

* Tra i bancari deboli POP MILANO PMII.MI (-0,8%) e BANCO POPOLARE BAPO.MI (-0,56%) così come UBI (UBI.MI) (-0,16%).

Tiene MPS (BMPS.MI) dopo la presentazione ieri del nuovo piano industriale al 2015 e dell‘aumento di capitale. Più sostenuta INTESA SANAPOLO (ISP.MI)

* Fuori dal paniere principale allunga di oltre il 3% UNIPOL (UNPI.MI) sulla scia dell‘accorciamento della catena di controllo del gruppo bolognese deciso ieri dal Cda di Holmo.

La semplificazioni societaria, sostengono gli operatori, avrà un impatto positivo sulla struttura patrimoniale del conglomerato e l‘operazione inoltre offre spazio a speculazioni sul futuro dell‘assetto azionario di Unipol.

* Tra le small e mid cap, nuovo balzo a due cifre per FULLSIX (FUL.MI) (in asta di volatilità con un teorico +12,4%): ieri si è tenuta l‘udienza di precisazione delle conclusioni relativa alla causa promossa dalla società nei confronti, fra gli altri soggetti, di Wpp (WPP.L).

* BIANCAMANO (BIAN.MI) balza di oltre il 9% dopo che Centrobanca ha avviato la copertura con “buy” e target price 2,56 euro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below