4 aprile 2011 / 10:38 / 7 anni fa

Borsa Milano passa in positivo, banche sempre giù, bene energia

MILANO, 4 aprile (Reuters) - A Piazza Affari gli indici sono passati in lieve rialzo sulla scia degli altri mercati europei. Migliorano anche le banche, molto pesanti stamani, a seguito dei timori di una nuova ondata di aumenti di capitale per rafforzare il patrimonio.

Intorno alle 12,30 l‘indice FTSE Mib .FTMIB sale dello 0,19%, così come l‘Allshare .FTITLMS. In recupero anche i futures sull‘indice FtseMib. Volumi pari a oltre un miliardo di euro

A Wall Street i futures sugli indici sono al momento piatti.

* Intesa, dopo un avvio in profondo rosso, ha invertito la rotta. Al momento è pressochè invariata a 2,10 euro (stoxx banche europeo +0,05%). Secondo due fonti bancarie, la banca sta valutando un aumento di circa 5 miliardi di euro che sarà al vaglio della riunione del consiglio di gestione e del consiglio di sorveglianza domani.

* Resta pesante, invece, Mps (BMPS.MI), che arretra dell‘1,4 a 0,87 euro. Per l‘istituto senese la stampa del weekend ha indicato un aumento di capitale che potrebbe superare i 2 miliardi. “Il calo di Mps è una reazione naturale”, sottolinea un analista, mentre secondo un trader, “il probabile aumento di capitale di Intesa mette in difficoltà anche gli altri istituti che dovranno adeguarsi”. Questo spiega il ribasso anche di UNICREDIT (CRDI.MI) che arretra dello 0,29% a 1,74 nonostante sabato scorso l‘AD, Federico Ghizzoni, abbia sottolineato che l‘istituto ha capitale sufficiente.

L‘analista ritiene improbabile che Unicredit ricorra adesso al mercato, “se lo farà, sarà nella seconda parte dell‘anno”.

* Giù anche le popolari, con il BANCO POPOLARE BAPO.MI e POP MILANO PMII.MI in calo fra lo 0,28% e lo 0,5%. Al momento l‘unica banca ad avere annunciato un aumento di capitale è UBI (UBI.MI) che oggi cede l‘1,4%.

* In luce i titoli che oggi saranno protagonisti della tornata delle nomine ai vertici: ENEL (ENEI.MI) sale dlelo 0,49%, ENI (ENI.MI) dello 0,79%, FINMECCANICA SIFI.MI in salita dello 0,78%. E’ sempre al palo EDISON EDN.Mi con una contrazione dello 0,45%

* Positivi i difensivi come TERNA (TRN.MI) (+0,4%) e SNAM RETE GAS (SRG.MI) (+1%), mentre ATLANTIA (ATL.MI) è poco mossa.

* La promozione di Goldman Sachs a “buy” da “neutral” premia PRYSMIAN (PRY.MI) che balza del 2,57%, fra i migliori del paniere principale.

* Fra i minori la sconfitta della ROMA AR.MI in casa a opera della JUVE (JUVE.MI) penalizza i giallorossi che perdono l‘1’,06%, mentre la squadra torinese balza del 4,15%. LAZIO (LAZI.MI) in calo dello 0,10% nonostante la sconfitta con il Napoli.

* Ripiega PARMALAT (PLT.MI) (-0,09%). Sul titolo ci sono prese di beneficio dopo l‘annuncio di spostare l‘assemblea a giugno in attesa di capire come prenderà corpo la cordata italiana che dovrebbe contrapporsi ai francesi di Lactalis.

* In luce DE LONGHI (DLG.MI) in crescita del 4,7%, rialzo che si aggiunge al +7% di venerdì, in vista della stagione calda che, almeno per il Nord Italia, sembra già arrivata.

Giancarlo Navach

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below