23 marzo 2011 / 12:41 / tra 7 anni

Borsa Milano riduce rialzo con Unicredit dopo bozza Consiglio Ue

MILANO, 23 marzo (Reuters) - Il mercato riserva un‘accoglienza calorosa ai risultati di UNICREDIT (CRDI.MI), premiando il titolo in un panorama borsistico negativo per i bancari italiani ed europei .SX7P e offrendo supporto al benchmark milanese .FTMIB in mattinata.

Ma la delusione per i contenuti della bozza del comunicato finale del consiglio europeo di venerdì - in cui ogni decisione sull‘aumento della capacità di finanziamento del fondo europeo per la stabilità finanziaria Efsf viene rinviata a giugno - ha riacceso i riflettori sul rischio sovrano europeo, deprimendo ulteriormente i bancari della regione e riducendo lo slancio di Piazza Cordusio.

Piazza Affari, dove il listino è fortemente sbilanciato verso gli istituti di credito, ha ridotto parzialmente il modesto rialzo e, intorno alle 13,20, l‘indice FTSE Mib .FTMIB avanza dello 0,15%, quanto l‘Allshare .FTITLMS. Lo Star .FTSTAR arretra dello 0,25%. In Europa l‘indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 è poco mosso. Volumi a Milano per 1,12 miliardi di euro circa.

* Resta tonica a Piazza Affari - e fra i concorrenti media .SXMP (che cedono lo 0,8%) - MEDIASET (MS.MI) che ha sorpreso con una cedola più ricca del previsto e scambia in rialzo del 2% circa con volumi sopra la media.

* PARMALAT (PLT.MI) si stabilizza in territorio positivo dopo che il governo ha approvato un decreto legge che permette alle società quotate che abbiano già convocato le assemblee per l‘approvazione del bilancio e la nomina dei nuovi organi sociali entro 120 giorni dalla chiusura del bilancio di posporre la data di tale di assemblea fino alla fine di giugno, cioè a 180 giorni dalla chiusura del bilancio.

* Non si arresta il denaro su CAMPARI (CPRI.MI), fra i migliori titoli del settore food&beverage .SX3P europeo, sostenuta da chi vede nella recente debolezza del titolo un‘occasione di acquisto.

Stamani Equita ha promosso il titolo a “buy”, arrotondando il prezzo obiettivo a 5,2 da 5 euro. Il broker ricorda che Campari, da inizio anno, ha perso il 15%.

* Nella galassia Ligresti, FONDIARIA-SAI FOSA.MI arriva a perdere oltre il 3% dopo che sono stati resi noti i termini dell‘accordo con Unicredit, principale creditore della filiera che vede a monte PREMAFIN PRAI.MI, in rafforzamento con un balzo di oltre il 2%; Cheuvreux ha declassato FonSai e la controllata MILANO ASS. ADMI.MI a “underperform”. Quest‘ultima arretra di quasi il 5% dopo l‘annuncio dell‘aumento di capitale fino a 350 milioni.

* Ben intonati i cementieri - con BUZZI che guadagna l‘1% dopo l‘upgrade di Davy a outperform - e le auto con FIAT FIA.MI e FIAT INDUSTRIAL FI.MI in rialzo di almeno un punto percentuale con il settore europeo.

* Aggiorna i minimi dell‘ultimo anno prima di ridurre le perdite EDISON EDN.MI. Oggi l‘AD Umberto Quadrino è tornato ad escludere che ci sia bisogno di aumento di capitale.

* Ancora fuori dal paniere principale, balza MONDO TV (MTV.MI) che ha presentato il business plan 2011-2013. Ancora in grande spolvero oggi CENTRALE DEL LATTE DI TORINO CLT.MI (+8,8%) che ha aggiornato i massimi dell‘ultimo anno a 3,75 euro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below