17 marzo 2011 / 11:49 / 7 anni fa

Borsa Milano positiva, balzo Parmalat con volumi, bene Fiat

MILANO, 17 marzo (Reuters) - La borsa di Milano si muove in range nel terreno positivo, in un mercato che accenna a un rimbalzo dopo giorni di ribassi, ma che resta preoccupato per la situazione in Giappone.

“Gli scambi sono calmi. Si attende di sapere cosa succederà con la centrale in Giappone”, dice un trader.

Tre dei sei reattori della centrale nucleare di Fukushima Daiichi, danneggiata dal terremoto, sono ora relativamente stabili, ha detto l‘agenzia per la sicurezza.

Alle 12,45 l‘indice FTSE Mib .FTMIB e l‘Allshare .FTITLMS salgono dello 0,6%. MidCap .FTITMC +0,44%.

Scambi a 1,6 miliardi di euro.

* Dopo una prima parte della mattina tranquilla riemergono acquisti su PARMALAT (PLT.MI) (+6,5%) in vista dell‘assemblea che dovrà rinnovare il consiglio, con alcuni analisti che non escludono cambiamenti al vertice e quindi una gestione più aggressiva a causa della forte presenza di fondi esteri nell‘azionariato. Le liste per le nomine devono essere presentate entro domani.

* FIAT FIA.MI sale di oltre il 2%, dopo le vendite delle ultime sedute. EXOR (EXOR.MI) segna +1,8%. Il mercato europeo dell‘auto ha mostrato a febbraio i primi deboli segnali di ripresa, con Fiat che continua a registrare ribassi a doppia cifra perchè il dato si confronta con febbraio 2010, quando erano in vigore gli incentivi che hanno favorito la casa di Torino forte nei veicoli ecologici di piccole dimensioni. In secondo piano Chrysler dalla quale si attendono mosse per rifinanziare il debito, operazione che aprirebbe le porte a un rimborso anticipato ai governi Usa e canadese e alla possibilità di un aumento della quota di Fiat a oltre il 51%.

* GENERALI (GASI.MI) sotto i massimi (+1,1%), dopo i risultati giudicati dagli analisti in linea con le aspettative. Un broker parla di prospettive in miglioramento sull‘attività assicurativa e sulle entrate legate agli investimenti a causa delle attese di un aumento dei tassi. Un altro parla di risultati in linea e previsioni 2011 un po’ conservative.

* Sale del 2% PRYSMIAN (PRY.MI), altro titolo del settore industria penalizzato nei giorni scorsi. Una banca giudica i risultati, diffusi nei giorni scorsi, migliori delle previsioni per il fatturato, in linea per Ebit ed Ebitda.

* ENEL (ENEI.MI) +1,6%, aiutano raccomandazioni positive da parte di broker. Il titolo non sembra risentire delle dichiarazioni del ministro Paolo Romani, che ha parlato della necessità di una pausa di riflessione sugli investimenti nel nucleare. Un broker nota i buoni risultati raggiunti nel rafforzamento del profilo di credito e nel raggiungere i target e l‘impegno a raggiungere il rating A-.

* IMPREGILO IPGI.MI perde terreno (-1,6%) dopo i risultati in linea con le attese. Un analista parla di previsioni non facili da realizzare. Pesano sulle quotazioni i contenziosi. Il titolo ieri aveva fatto meglio del mercato dopo i dati.

* Negativo l‘altro titolo del settore BUZZI-UNICEM (BZU.MI), con un calo del 2%.

* MAIRE TECNIMONT (MTCM.MI) perde più del 2% dopo i risultati, ma con volumi contenuti.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below