28 febbraio 2011 / 12:19 / tra 7 anni

Borsa Milano sulla parità a fine mattino, in luce A2A, Edison

MILANO, 28 febbraio (Reuters) - Borsa Milano migliora verso fine mattinata e agguanta la parità nonostante la debolezza, comunque inferiore all‘avvio, delle banche e grazie al miglioramento di alcuni titoli, tra cui alcuni energetici.

Tutti i mercati europei migliorano il trend inzialmente negativo sotto il peso della crisi libica e dei deludenti risultati HSBC (HSBA.L). Milano rimane comunque sempre un po’ indietro a causa del peso nel listino dei bancari, oggi sofferenti, soprattutto in apertura, a causa delle parole di sabato del governatore di Bankitalia.

Intorno alle 13 l‘indice FTSE Mib .FTMIB sale dello 0,05%, l‘Allshare .FTITLMS avanza dello 0,13% dopo essere arrivati a perdere in avvio fino allo 0,6% circa. L‘indice delle midcap .FTITMC guadagna lo 0,47% aiutato soprattutto da EDISON EDN.MI e SARAS (SRS.MI). Volumi di poco inferiori a 1 miliardo di euro. Wall Street attesa poco mossa NDc1 SPc1 DJc1.

* I bancari rimangono sotto pressione anche se sopra i minimi dell‘avvio - tra questi MPS BMSP.MI e BANCO POPOLARE BAPO.MI - appesantiti dalle parole di Draghi sabato [ID:nLDE71R0XX]. In calo anche l‘Europa con l‘indice .SX7P che cede circa l‘1%.

* Si rafforza nel corso della mattinata A2A (A2.MI), e rimane tonica EDISON EDN.MI, sull‘attesa da parte del mercato di una definitiva sistemazione della partita Edison [ID:nLDE71R0S5]

* Bena anche TELECOM ITALIA (TLIT.MI) dopo i risultati di venerdì migliori delle attese, spiega un trader, sottolineando il superamento di quota 1,10 euro per l‘ordinaria. Goldman Sachs ha rivisto al rialzo il target price dell‘ordinaria a 1,24 da 1,22 euro confermando “neutral”, della risparmio (TLITn.MI) a 1,01 da 1 euro.

* Acquisti nel listino milanese su alcuni titoli legati all‘energia. SAIPEM (SPMI.MI) sale dell‘1% circa, bene anche ENEL GP EGPW.MI. Debole ENI (ENI.MI) a fronte di un settore europeo .SXEP ora positivo.

* FINMECCANICA SIFI.MI positiva nonostante l‘impatto dalla crisi libica e dopo le dichiarazioni alla stampa del weekend del presidente e AD Pier Francesco Guarguaglini. La notizia della sospensione degli accordi commerciali Italia-Libia “non avrà un impatto sul prezzo di borsa considerando il trascurabile ammontare dell‘ordine” per il gruppo Finmeccanica, spiega un broker [ID:nLDE71P05J]

* FIAT FIA.MI sotto pressione insieme alla controllante EXOR (EXOR.MI) nell‘ambito di un settore europeo debole .SXAP. Positiva FIAT INDUSTRIAL FI.MI che si avvia un road-show per il lancio di un bond.

* CIR (CIRX.MI) accelera al rialzo dopo l‘annuncio del piano industriale della controllata Sorgenia al 2016 [ID:nLDE71R16A]

* Vendute LAZIO (LAZI.MI) e JUVE (JUVE.MI) dopo le sconfitte di campionato. AS ROMA (ASR.MI), reduce da un pareggio, perde l‘1,76%.

* Brilla AICON BW1.MI dopo aver comunicato venerdì sera che l‘investment company per le Pmi del Mezzogiorno Meridie si prepara all‘ingresso nel capitale della casa siciliana di yacht.

* MARCOLIN MCL.MI positiva anche se rallenta dai massimi di seduta. L‘AD ha dichiarato ad Affari&Finanza che il 2010 è stato l‘anno migliore di sempre ma per il 2011 prevede un andamento ancora migliore. Mediobanca ha rating “outperform” con target price di 5,13 euro.

Cristina Carlevaro

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below