24 febbraio 2011 / 10:38 / tra 7 anni

Borsa Milano positiva, migliore di Europa grazie a Eni, banche

MILANO, 24 febbraio (Reuters) - Piazza Affari passa in terreno positivo in controtendenza alle altre borse europee grazie al rimbalzo di Eni (ENI.MI) e alla buona tenuta dei bancari.

Il mercato offre segnali di volere assorbire in fretta la fase critica per le rivolte del Nord Africa ma rimane alta la cautela.

“Il mercato guarda ovviamente agli eventi con particolare attenzione. Già ieri aveva dato segnali di stabilizzazione, superando la fase di panico iniziale e adesso, dopo lo storno, sembra volere tornare ad una fase di accumulazione”, dice un trader.

Attorno alle 11,30 l‘indice FTSE Mib .FTMIB è in lieve rialzo dello 0,34%, l‘Allshare .FTITLMS dello 0,28% e il Mid Cap .FTITMC dello 0,33%. Volumi per 1,2 miliardi di euro circa.

Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 .FTEU3 perde lo 0,6% circa.

* ENI (ENI.MI) rimbalza del 2% dopo aver lasciato sul terreno quasi il 6% dall‘inizio della settimana. I trader considerano il rally fisiologico e citano anche l‘effetto positivo dell‘impennata delle quotazioni petrolifere.

“In questo momento sul settore petrolifero è dominate la forte crescita dei prezzi del greggio e che nel caso di Eni compensano i timori sulla Libia”, dice un trader.

“Eni è pur semrpe un titolo difensivo e sotto certi livelli diventa interessante”, aggiunge.

* Tra gli energetici continua la corsa di ENEL GREEN POWER EGPW.MI, in rialzo del 2,7% circa. La fase critica pe le forniture di greggio avvantaggia le società che producono energia da fonti rinnovabili, sostengono i trader.

Completano il quadro positivo del settore energia ENEL (ENEI.MI), A2A (A2.MI) e SAIPEM SPMI.MI p

* Ben impostato il settore bancario che già ieri ha dimostrato di reagire bene alla debolezza dei mercati azionari e che oggi beneficia dei buoni risultati della francese Crédit Agricole (CAGR.MI).

Secondo un trader per il settore italiano è inoltre positivo la conferma, nell‘ambito delle modifiche al Milleproroghe, delle norme che riguardano le DTA (deferred tax assets) delle banche.

“In generale è un momento tranquillo per i bancari. Il focus si è spostato su altri fronti e quindi possiamo dire ‘no news, good news’”, commenta un operatore.

Tra i big bancar, MPS (BMPS.MI) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) sono tra i migliori registrando rialzi intorno allo 0,6%.

* Sul fronte dei ribassi TENARIS (TENR.MI) è in deciso calo (-2,8%) sulla scia dei deludenti risultati del quarto trimestre

Gli analisti temono inoltre che la crescita dei costi delle materie prime possa incidere sui margini in quest‘anno.

* In calo i titoli del lusso con LUXOTTICA (LUX.MI), TOD‘S (TOD.MI) e BULGARI BULG.MI che cedono oltre un punto percentuale. Secondo un trader sul comparto pesano “le prese di profitto. Il 2010 è stato un anno eccellente”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below