16 febbraio 2011 / 10:30 / tra 7 anni

Borsa Milano sale, sotto massimi, a traino banche, storna Eni

MILANO, 16 febbraio (Reuters) - Il rally delle banche italiane, ispirato anche dall‘effervescenza dei concorrenti europei, sostiene Piazza Affari stamani. Aiuta gli istituti di credito italiani anche la modifica al regime fiscale sulle svalutazioni dei crediti bancari contenuta nel maxiemendamento al decreto Milleproroghe. Secondo Mediobanca, la novità dovrebbe avere l‘impatto più significativo su BANCO POPOLARE BAPO.MI e MPS (BMPS.MI), oggi i titoli migliori del listino.

Tonico anche il risparmio gestito dopo che lo stesso maxiemendamento, che verrà votato oggi al Senato, prevede l‘armonizzazione fiscale fra fondi italiani ed esteri. MEDIOLANUM MED.MI, AZIMUT (AZMT.MI) e BANCA GENERALI BGE.MI fanno meglio del mercato con la controllata del Leone che aggiorna i massimi dell‘anno.

Intorno alle 11,15 l‘indice FTSE Mib .FTMIB è tuttavia sotto i massimi, complice lo storno di ENI (ENI.MI). L‘indice guadagna lo 0,3% e l‘AllShare .FTITLMS lo 0,2%. Volumi per 1,3 miliardi di euro. In Europa, il FTSEurofirst avanza dello 0,3% e i bancari sono il settore migliore.

Dopo una partenza vivace, ENI (ENI.MI) vira in negativo nel giorno in cui ha annunciato un utile netto adjusted del quarto trimestre ben sopra le attese degli analisti. Il movimento coincide anche con la correzione del Dj Stoxx dei petroliferi europeo.

“Dopo la reazione emotiva ai risultati sopra le stime, adesso il mercato è in attesa di capire quali saranno gli obiettivi strategici del gruppo che saranno illustrati il 10 di marzo”, spiega un analista.

Sovraperforma il Ftse MIB ANSALDO STS (STS.MI) che si è aggiudicata lavori per 200 milioni di euro nella gara per il potenziamento tecnologico delle linee convenzionali sulla direttrice Torino-Padova delle ferrovie.

“La notizia di oggi è positiva per il titolo perchè i lavori in Italia generalmente hanno margini più elevati e l‘ammontare dell‘ordine.. rappresenta oltre il 10% della raccolta ordini attesa per il 2011”, osserva Mediobanca in una nota, confermando sul titolo la raccomandazione “outperform” e prezzo obiettivo 12 euro.

Resta indietro, come ieri, il settore automotive con FIAT FIA.MI, FIAT INDUSTRIAL FI.MI e PIRELLI PECI.MI fra i titoli peggiori. In gennaio le vendite di auto Fiat in Europa sono calate di oltre il 20% ben peggio del -1,4% generale.

Fuori dal paniere principale balza GEOX (GEO.MI) premiata oggi, secondo un trader, da un upgrade di Morgan Stanley.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below