10 febbraio 2011 / 17:08 / 7 anni fa

Borsa Milano chiude in calo ben sopra minimi, vendite bancari

MILANO, 10 febbraio (Reuters) - Piazza Affari chiude negativa ma ben sopra i minimi, dopo i dati macro Usa sull‘occupazione più forti delle previsioni.

I sussidi negli Stati Uniti sono calati ai minimi da due anni e mezzo.

Trimestrali deludenti da parte di importanti gruppi esteri hanno favorito i realizzi sulle diverse piazze.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB chiude in calo dello 0,38%, l‘Allshare .FTITLMS dello 0,41% mentre il Mid Cap .FTITMC arretra dello 0,99%.

Volumi attorno a 2,9 miliardi di euro.

* Prese di beneficio diffuse sui titoli bancari che avevano recuperato nella prima parte dell‘anno. BANCO POPOLARE BAPO.MI tra i peggiori (-3%) il penultimo giorno dell‘aumento di capitale. INTESA SANPAOLO (ISP.MI) perde più dell‘1%, con MEDIOBANCA (MDBI.MI), POP MILANO PMII.MI e MPS (BMPS.MI). L‘indice Stoxx di settore .SX7P cala dell‘1,3%.

* FIAT FIA.MI -1% con il settore in Europa che guadagna lo 0,37% circa .SXAP. Sul titolo si attendono gli sviluppi sul possibile aumento della partecipazione in Chrysler, che potrebbero alzare le valutazioni sul titolo e che ha sostenuto gli acquisti nella prima parte dell‘anno. Il gruppo punta a salire al 51% del capitale della società Usa prima della quotazione a Wall Street.

* SNAM RG (SRG.MI) in progresso dell‘1,2% dopo i risultati del 2010 e del piano quadriennale al 2014. I trader parlano di numeri sopra le attese, in particolare per quanto riguarda il dividendo complessivo annuale annunciato pari a 0,23 euro.

* SAIPEM (SPMI.MI) perde il 3,3% dopo i risultati. Un trader parla di “margini inferiori alle attese”. Secondo un altro, “il titolo ha fatto molto bene di recente e oggi le previsioni si sono rivelate più deboli delle aspettative”. Un analista parla di risultati leggermente migliori delle attese ma per ragioni non di tipo industriale.

* Tengono gli altri energetici con TERNA (TRN.MI) che sale dello 0,99% dopo che Jp Morgan ha rivisto al rialzo il target price a 3,55 da 3,10 euro con rating “overweight”

* Bene FONDIARIA SAI FOSA.MI (+0,7%), spunto isolato tra le blue chip finanziarie. Il titolo non è sostenuto dai fondamentali, con alcuni broker che hanno tagliato le stime dopo le previsioni sul 2011 diffuse nei giorni scorsi. Si attende il pronunciamento della Consob sulla vicenda Groupama.

* In rialzo sotto i massimi CHL (CHL.MI) dopo che la controllata Farmachl ha siglato un accordo con il gruppo OTI, specializzato nella produzione di rimedi omeopatici e attivo nella ricerca scientifica sulle cellule staminali.

* Tra i minori balzano di oltre il 10% con discreti volumi RETELIT (LIT.MI) e AEFFE (AEF.MI).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below