10 febbraio 2011 / 12:06 / tra 7 anni

Borsa Milano in calo su realizzi, bancari in ribasso, tiene Snam

MILANO, 10 febbraio (Reuters) - Piazza Affari tenta a risollevarsi dai minimi in un mercato che sconta nuove tensioni sui paesi periferici dell‘area euro e che crea l‘occasione per le prese di profitto soprattutto sui titoli bancari dopo il rally da inizio anno.

Non aiutano alcune notizie negative sul fronte delle ultime trimestrali in Europa e in Usa e la discesa dell‘euro nei confronti della valuta americana.

“E’ una giornata di prese di profitto generalizzate su tutti i listini europei”, dice un‘operatrice.

“Il dollaro si rafforza contro l‘euro, il mercato ha accolto negativamente le trimestrali di Credit Suisse e di Cisco, tutte notizie che non favoriscono certo il sentiment sull‘azionario”, aggiunge.

Anche a Wall Street il clima appare indebolito in attesa di nuove indicazioni dai conti del mondo corporate, con i futures sugli indici di borsa che presagiscono un avvio negativo.

Poco prima delle 13,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB è in calo dell‘1,32%, l‘Allshare .FTITLMS dell‘1,26% mentre il Mid Cap .FTITMC arretra dell‘1,34%.Volumi attorno a 1,5 miliardi di euro

In Europa il benchmark FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede un punto percentuale circa.

* Tra i bancari si ferma il rally del BANCO POPOLARE BAPO.MI che perde il 3,2 alla vigilia della chiusura dell‘aumento di capitale.

I trader segnalano una correzione fisiologica del titolo dopo le notevoli performance registrate dall‘avvio dell‘aumento di capitale e alcuni aggiustamenti tecnici legati all‘esercizio dei diritti di opzione che termina domani.

Tra gli altri bancari INTESA SANPAOLO (ISP.MI) perde il 2,8%, assieme a MEDIOBANCA (MDBI.MI), POP MILANO PMII.MI e MPS (BMPS.MI) che cedono oltre il 2%, in linea all‘indice Stoxx di settore .SX7P.

I bancari italiani hanno sovraperformato da inizio 2011 e il mercato passa a realizzi, sottolineano gli operatori. * In calo FIAT FIA.MI, -2% con un settore che perde lo 0,7% circa .SXAP.

“Si teme per l‘impatto dell‘aumento dei costi delle materie prime in un settore che già sconta margini bassi”, dice un trader.

* Debolezza anche sui tecnologici con STM (STM.MI) in calo del 2,3%.

* Tra i pochi titoli positivi in evidenza SNAM RG (SRG.MI) in progresso dello 0,9%% sulla scia dei risultati del 2010 e del piano quadriennale al 2014.

Secondo i trader, i numeri sono sopra le attese, in particolare per quanto riguarda il dividendo complessivo annuale annunciato pari a 0,23 euro.

* Tengono gli altri energetici con TERNA (TRN.MI) che sale dello 0,76% dopo che Jp Morgan ha rivisto al rialzo il target price a 3,55 da 3,10 euro con rating “overweight”

* Bene FONDIARIA SAI FOSA.MI (+0,7%), spunto isolato tra le blue chip finanziarie e che non trova particolari spiegazioni nelle sale operative

* Tra i titoli minori i realizzi penalizzano RISANAMENTO (RN.MI) che perde il 3,2% dopo i rialzi delle ultime sedute.

* Balza con forti volumi CHL (CHL.MI) (+8%) dopo che la controllata Farmachl ha siglato un accordo con il gruppo OTI, specializzato nella produzione di rimedi omeopatici e attivo nella ricerca scientifica sulle cellule staminali.

Realizzi anche su GEMINA GEMI.MI (-3,7%) e su POLTRONA FRAU PFGI.MI (-2,5%) dopo i guadagni di ieri.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below