10 febbraio 2011 / 10:24 / tra 7 anni

Borsa Milano in peggioramento con Europa, pesano i bancari

MILANO, 10 febbraio (Reuters) - Gli indici di Piazza Affari peggiorano a metà mattinata appesantiti dai bancari, sotto pressione in tutta Europa.

I mercati risentono di rinnovate tensione sui paesi periferici dell‘area euro e cercano qualche spunto dalle trimestrali per riposizionari su singoli titoli.

“Da inizio anno le banche italiane avevano sovraperformato rispetto al settore senza grandi argomenti e oggi ritracciano in modo più marcato, ma non vedo ragioni particolari”, dice un‘analista, ricordando il +16% realizzato dal comparto italiano da inizio anno e il quasi +20% dai minimi di gennaio.

“Si guarda alle trimestrali per fare degli aggiustamenti nei portafogli”, aggiunge un trader.

Attorno alle 11,15 l‘indice FTSE Mib .FTMIB è in calo dello‘1,3%, l‘Allshare .FTITLMS dell‘1,22% mentre il Mid Cap .FTITMC arretra dell‘1,25%.

In Europa il benchmark FTSEurofirst 300 .FTEU3 arretra dello 0,77%

* In un clima europeo pesante sul settore bancario anche per la deludente trimestrale di Credit Suisse CSGN.VX, BANCO POPOLARE BAPO.MI è il peggiore titolo del listino principale di Piazza Affari con un calo del 3,8% alla vigilia della chiusura dell‘aumento di capitale.

I trader segnalano una correzione fisiologica del titolo dopo le notevoli performance registrate dall‘avvio dell‘aumento di capitale e alcuni aggiustamenti tecnici legati all‘esercizio dei diritti di opzione che termina domani.

Tra gli altri bancari INTESA SANPAOLO (ISP.MI) cede il 2,9%, MEDIOBANCA (MDBI.MI) il 2,6% e POP MILANO PMII.MI il 2% a fronte dell‘indice Stoxx di settore .SX7P in calo dell‘1,9%.

* In calo FIAT FIA.MI, -1,8% con un settore che perde un punto percentuale circa .SXAP.

“Il mercato si rende conto che il costo delle materie prime avrà un impatto sui conti dei costruttori”, dice un tarder ricordando il calo di tutto il comparto oggi e dei downgrade su alcuni costruttori europei.

* Tra i pochi titoli positivi in evidenza SNAM RG (SRG.MI) in progresso dell‘1,3% sulla scia dei risultati del 2010 e del piano quadriennale al 2014.

Secondo i trader, i numeri sono sopra le attese, in particolare per quanto riguarda il dividendo complessivo annuale annunciato pari a 0,23 euro.

* Tengono gli altri energetici con TERNA (TRN.MI) che sale dello 0,7% dopo che Jp Morgan ha rivisto al rialzo il target price a 3,55 da 3,10 euro con rating “overweight”

* Bene FONDIARIA SAI FOSA.MI (+0,7%), spunto isolato tra le blue chip finanziarie.

* In lieve terreno positivo LOTTOMATICA LTO.MI dopo la promozione di Citigroup a “hold” da “sell”.

* Tra i titoli minori i realizzi penalizzano RISANAMENTO (RN.MI) che perde il 2,5% dopo i rialzi delle ultime sedute.

* Balza con forti volumi CHL (CHL.MI) (+8,3%) dopo che la controllata Farmachl ha siglato un accordo con il gruppo OTI, specializzato nella produzione di rimedi omeopatici e attivo nella ricerca scientifica sulle cellule staminali.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below