4 gennaio 2011 / 12:18 / tra 7 anni

Borsa Milano si rafforza, corre Fiat, acquisti su banche

MILANO, 4 gennaio (Reuters) - Piazza Affari si rafforza a metà seduta in una giornata positiva su tutte le borse europee che sfruttano l‘interesse sui petroliferi e bancari.

A Milano si mantiene alta l‘attenzione su Fiat FIA.MI all‘indomani dell‘esordio borsistico del doppio titolo, con il mercato che segnala anche oggi il maggior appeal per la parte relativa all‘auto.

Segnali di incoraggiamento arrivano intanto da Wall Street dove i futures anticipano un avvio positivo.

“C’è del denaro diffuso su tutti i comparti, e in particolare su Fiat”, si limita a commentare un trader sulla seduta odierna nelle piazza milanese.

Attorno alle 13,00 il FTSE Mib .FTMIB è in rialzo dello 0,85%, l‘Allshare .FTITLMS dello 0,76%, mentre il Ftse Mid Cap .FTITMC guadagna lo 0,22%. Volumi poco sopra un miliardo di euro.

* Brilla anche oggi FIAT FIA.MI in rialzo del 3,6% a 7,28 euro con scambi per oltre 34 milioni di pezzi da circa 48 milioni di pezzi ieri.

FIAT INDUSTRIAL FI.MI è più volatile e passa nuovamente in territorio negativo con un calo dello 0,22% a 8,98 euro con 13,6 milioni di pezzi scambiati da 34 milioni ieri, mentre iniziano a fioccare i primi giudizi e target price sui due titoli anche alla luce dell’ esordio di ieri [ID:nLDE7030DC]

In generale i broker sottolineano il maggiore interesse per il titolo legato alle attività auto del gruppo per le diverse opzioni strategiche che la società ha davanti a sè, anche se una parte del mercato pensa che, intorno a questi livelli, dopo un rally durato diverse settimane in attesa dello spinoff, i titoli siano arrivati.

“Sui numeri che girano adesso i titoli sono abbastanza arrivati”, osserva un trader. “Quando sarà chiara la vicenda Chrysler, anche in termini di presenza del gruppo Fiat, avremo elementi in più per fare nuovi conti”.

* Permane invece la tendenza negativa per la holding EXOR (EXOR.MI), stella del FTSE Mib del 2010, e che oggi scende dello 0,8%

* Sul fronte dei finanziari denaro su AZIMUT (AZMT.MI) (+2,5%). Tra i bancari tonici POP MILANO PMII.MI, UBI (UBI.MI) e MEDIOBANCA (MDBI.MI) con guadagni attorno all‘1,7% sostanzialmente in linea al settore europeo .SX7P. Positivi anche assicurativi GENERALI (GASI.MI) (+1,4%) e FONSAI FOSA.MI (+0,8%) anche se la controllante PREMAFIN PRAI.MI cede lo 0,8%. * Rimbalza DIASOSIN (DIAS.MI) (+2,5%) dopo le perdite di ieri

* Debolezza anche sul fronte degli energetici e lusso, ma tra i primi ENI (ENI.MI) sale di oltre un punto percentuale a fronte di un rialzo del 2,6% % del settore europeo .SXEP trascinato dai forti guadagni di BP (BP.L) sulle indiscrezioni stampa britanniche di un potenziale interesse da parte di Royal Dutch Shell (RDSa.L).

* Tra i titoli a minore capitalizzazione prosegue la corsa di PININFARINA (PNNI.MI) (+6,2%) sulle persistenti speculazioni riguardo al suo futuro e nonostante le precisazioni della società che il procedimento di acquisizione è ancora in una fase preliminare.

* Nel resto dei titoli minori vendute SEAT PGIT.MI in calo del 3% e BEE TEAM (BET.MI) che cede il 2,6%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below