29 dicembre 2010 / 17:06 / 7 anni fa

Borsa Milano chiude in lieve rialzo, balza Fonsai, in calo Fiat

MILANO, 29 dicembre (Reuters) - Chiusura in leggero rialzo ma ben sotto il massimo intraday a Piazza Affari, che sfrutta il sentiment moderatamente positivo sui mercati azioniari europei e statunitesi per riprendere fiato dopo le perdite registrate da inizio settimana.

Il contesto rimane ancora quello tipico di sedute pre-festive con scambi rarefatti e assenza di spunti di rilievo e i pochi movimenti degni di nota sono da ricondursi a piccolo trading.

“Ormai gli investitori aspettano l‘anno prossimo sperando che sia migliore”, si limita a commentare un trader.

“In questi giorni la borsa si è assestata grazie anche al fatto che si sono placate le notizie negative che hanno condizionato il mercato nel mese scorso. Possiamo dire quindi ‘no news is good news’, ma più di tanto la borsa non riesce a fare”, aggiunge.

“Il 2011 sarà comunque un anno impegnativo e l‘occhio sarà ancora puntato sulla questione del debito sovrano”, conclude.

Il FTSE Mib .FTMIB termina in rialzo dello 0,11%, l‘Allshare .FTITLMS dello 0,16% mentre il Ftse Mid Cap .FTITMC avanza dello 0,38%. Volumi per poco più di 1 miliardo di euro.

L‘indice benchmark europeo FTSEurofirst 300 guadagna lo 0,26%.

* Nel paniere principale balza FONDIARIA-SAI FOSA.MI in rialzo del 2,5% su ricoperture dopo i ribassi delle ultime due giornate. Sempre nella galassia Ligresti spicca il rimbalzo della holding PREMAFIN PRAI.MI (+4,8%), mentre MILANO ASSICURAZIONNI ADM.MI mette a segno un +2,1%. Gli scambi per tutte sono comunque sotto la media.

Sul settore assicurativo la giornata odierna registra la proposta al governo avanzata dall‘Isvap di alcuni interventi di riforma dell‘RcAuto che consentirebbero di ridurre del 15-18% i costi e raggiungere nel medio periodo l‘equilibrio finanziario.

* Interesse sui titoli legati al settore delle materie prime e dei materiali per le costruzioni in scia all‘andamento dei settori in europa .SXPP SXOP. Tra questi ultimi a Milano in evidenza BUZZI UNICEM (BZU.MI) (+2%) che conferma il buon recupero messo a segno nelle ultime sedute.

* Tonica MEDIASET (MS.MI) (+1,1%) dopo che ieri la controllata spagnola Telecinco ha completato l‘acquisizione del 100% di Cuatro e del 22% nell‘operatore di pay-TV Digital Plus. L‘operazione è giudicata positivamente dagli operatori per le posizioni di leadership raggiunta dal gruppo nel mercato televisivo spagnolo.

* Negativa FIAT FIA.MI (-1,5%) vittima, secondo un trader, di qualche realizzo, dopo la buona performance di ieri, trascinando con sè EXOR (EXOR.MI).

Sul fronte sindacale i rappresentanti del Lingotto e di quattro sindacati metalmeccanici, Fiom esclusa, hanno firmato a Roma i dettagli dell‘intesa sulle nuove condizioni di lavoro per lo stabilimento di Pomigliano.

“Il titolo Fiat è volatile nelle ultime sedute, ma non vedo sostanziali variazioni nei portafogli, solo qualche piccolo aggiustamento in vista dello spinoff”, dice un trader che non segnali impatti sul titolo dalle ultime vicende sindacali.

* Tra gli automotive è invece tonica PIRELLI PECI.MI (+1,9%) che si comporta meglio del comparto europeo di riferimento .SXAP (+0,3%).

* Scarsi spunti sui bancari che annoverano MEDIOBANCA (MDBI.MI) la migliore con +1% e sul fronte opposto UNICREDIT (CRDI.MI) la peggiore tra le big con -0,4%. Tra i finanziari si distingue il risparmio gestito con AZIMUT (AZMT.MI) a +1,26%.

* Rimbalza TOD‘S (TOD.MI) dopo quattro sedute consecutive di cali.

* FINMECCANICA SIFI.MI è debole e non ha reagito alla notizia di nuove commesse per 185 milioni di euro.

* Sotto i riflettori le autostrade in vista degli aumenti dei pedaggi che dovrebbero scattare con il nuovo anno: se ATLANTIA (ATL.MI) è in leggero rialzo dello 0,59% AUTOSTRADE TO-MI (ATMI.MI) avanza del 2,7% con volumi intensi; la holding di controllo del gruppo Gavio SIAS (SIS.MI) balza di oltre il 3%.

* Fuori dal paniere delle blue chip, ARKIMEDICA AKM.MI festeggia con un balzo di oltre il 9% e forti scambi la cessione della RSA di Agliè (Torino).

* In grande spolvero FIDIA (FDA.MI) (+9,3%) mentre si registrano cali del 4,5 e 5,3% rispettivamente per le utility ACEGAS AEG.MI> e ACQUE POTABILI ACP.MI.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below