29 dicembre 2010 / 12:20 / 7 anni fa

Borsa Milano consolida rialzi con Fonsai e Mediaset, scende Fiat

MILANO, 29 dicembre (Reuters) - Negli scambi di metà seduta Piazza Affari si rafforza e prova a consolidarsi intorno ai massimi di giornata.

Il clima festivo e i pochi spunti caratterizzano anche la giornata odierna sulla piazza milanese che sfrutta anche i lievi guadagni dei futures sugli indici di Wall Street Wall Street per recuperare parte delle ultime perdite.

Pochi i commenti dei trader che si limitano a ricordare i pochi scambi e la scarsa operatività delle ultime sedute dell‘anno.

Intorno alle 13,00 il FTSE Mib .FTMIB sale dello 0,59%, quanto l‘Allshare .FTITLMS mentre il Ftse Mid Cap .FTITMC avanza dello 0,46%. Volumi per poco più di 540 milioni di euro.

L‘indice benchmark europeo FTSEurofirst 300 guadagna lo 0,2%.

* Nel paniere principale brilla FONDIARIA-SAI FOSA.MI in rialzo del 2,8% su ricoperture dopo i ribassi delle ultime due giornate. Sempre nella galassia Ligresti è più forte il rimbalzo della holding PREMAFIN PRAI.MI (+4,2%), che ieri ha lasciato sul campo oltre il 3%, mentre MILANO ASSICURAZIONNI ADM.MI mette a segno un +2,5%. Scambi per tutte un po’ sotto la media.

* Proseguono gli acquisti su MEDIASET (MS.MI) (+1,9%) dopo che ieri la controllata spagnola Telecinco ha completato l‘acquisizione del 100% di Cuatro e del 22% nell‘operatore di pay-TV Digital Plus, operazione giudicata positivamente dagli operatori.

”A nostro avviso, l‘integrazione di Cuatro rafforzerà la posizione dominante di Telecinco e il potere di fissare i prezzi oltre ad offrire un maggiore potenziale di ristrutturazione“, scrive Banca Akros in una nota confermando il giudizio buy sy Mediaset (prezzo obiettivo 6,7 euro) e su Telecinco (target price 11 euro)”.

* Annulla i guadagni e passa in negativo FIAT FIA.MI (-1%) tra le poche blue chip che in queste sedute di fine anno mostra maggiore vitalità, trascinando con sè EXOR (EXOR.MI)

Oggi dovrebbe essere definito il contratto per lo stabilimento di Pomigliano con i sindacati mentre la Fiom si appresta a convocare uno sciopero generale dei metalmeccanici per fine gennaio, notizie che non sembrano scaldare i tarder.

Tra gli automotive rimane invece tonica PIRELLI PECI.MI (+1%) decisamente meglio del comparto europeo di riferimento .SXAP (+0,3%).

* In ripresa i bancari, trascurati recentemente, e che oggi grazie a qualche ricopertura contribuiscono al rafforzamento del FTSE Mib. In particolare accelerano BANCO POPOLARE BAPO.MI (+0,8%), UBI (UBI.MI) (+0,9%) e MEDIOBANCA (MDBI.MI) (+1,6%).

Consolida i rialzi il risparmio gestito con MEDIOLANUM MED.MI a +0,8% e AZIMUT (AZMT.MI) a +1,6%.

* FINMECCANICA SIFI.MI, moderatamente positiva, non ha reagito alla notizia di nuove commesse per 185 milioni di euro.

* Sotto i riflettori le autostrade in vista degli aumenti dei pedaggi che dovrebbero scattare con il nuovo anno: se ATLANTIA (ATL.MI) è poco mossa, AUTOSTRADE TO-MI (ATMI.MI) avanza del 2,8% con volumi vicini alla media giornaliera e la holding di controllo del gruppo Gavio SIAS (SIS.MI) balza di oltre il 3%.

* Fuori dal paniere delle blue chip, ARKIMEDICA AKM.MI festeggia con un balzo di oltre l‘8% e forti scambi la media la cessione della RSA di Agliè (Torino). La vendita ha fruttato una plusvalenza di oltre 2 milioni e contribuirà ad abbattere l‘indebitamento.

* Anche oggi in grande spolvero la LAZIO (LAZI.MI) mentre accelera FIDIA (FDA.MI) in asta di volatilità. Si sgonfia KINEXIA KINX.MI.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below