27 dicembre 2010 / 12:23 / 7 anni fa

Borsa Milano conferma ribasso in scia Europa, in calo Fiat

MILANO, 27 dicembre (Reuters) - Piazza Affari prosegue debole una seduta caratterizzata da volumi sottili e assenza di storie di rilievo.

La borsa milanese si allinea all‘andamento degli altri listini europeo scontando un clima di relativa tensione per la notizia dell‘aumento dei tassi in Cina per la seconda volta in poco più di due mesi.

“Ci sono ben pochi commenti da fare sulla seduta odierna. Si fa poco, l‘operatività è ridotta al minimo”, dice un trader.

Con volumi pari a poco più di 680 milioni di euro a Milano il paniere delle blue chip FTSE Mib .FTMIB arretra dello 0,93%, l‘l‘Allshare .FTITLMS dello 0,91% e il Ftse Mid Cap .FTITMC dell lo 0,69%.

Il FTSEurofirst 300 perde lo 0,86% con la chiusura della borsa di Londra che non favorisce il livello degli scambi mentre da Wall Street l‘andamento negativo dei futures segnalano una seduta di realizzi.

* Il peggiore titolo dell‘indice principale della piazza milanese è FIAT FIA.MI (-2,6%), in vistosa correzione dopo la partenza tonica in controtendenza al mercato e al settore europeo.

Alcuni operatori ritengono che il titolo, dopo gli acquisti in vista dello spinoff, sia ‘arrivato’ o comunque cominci a diventare leggermente rischioso su determinati livelli di prezzo.

Fiat continua a comportarsi comunque un po’ meglio del settore auto europeo (Stoxx -3,7%) sotto pressione dopo l‘annuncio della Cina dell‘introduzione di misure per limitare l‘immatricolazione di nuovi veicoli al fine di combattere traffico e inquinamento.

In questo contesto PIRELLI PECI.MI perde il 2,2% mentre Exor, condizionata da Fiat, cede l‘1,9%.

* Sul listino milanese pesano anche i cali di ENI (ENI.MI) (-1,1%) e ENEL (ENEI.MI) (-1,2%).

Segnano il passo anche i bancari - che in Europa cedono circa l‘1% .SX7P. UBI (UBI.MI) e MPS (BMPS.MI) perdono oltre un punto percentuale. Giovedì scorso a borsa chiusa Monte dei Paschi ha comunicato la nuova composizioni societaria di Perimetro Gpi, la società che gestisce gli immobili in locazione del gruppo bancario e che vede l‘ingresso di BENI STABILI BNS.MI con il 20%.

Secondo Banca Akros, questa mossa “aumenta le probabilità di un futuro accordo tra Beni Stabili e Mps riguardante l‘acquisizione da parte della stessa Beni Stabili di una parte del portafoglio immobiliare di Mps”.

Sempre nel settore banacario contiene le perdite BANCO POPOLARE BAPO.MI (-0,3%).

* Leggeri guadagni nelle costruzioni e nel lusso. Tra i primi BUZZI (BZU.MI) sale dello 0,7% in controtendenza al settore del cemento. Nel comparto costruzioni, ma fuori dal FTSE Mib, ASTALDI (AST.MI) guadagna oltre un punto percentuale dopo la notizia sull‘aggiudicazione di un nuovo contratto per la linea ferroviaria in Algeria dal valore complessivo di 417 milioni di euro.

Nel lusso LUXOTTICA (LUX.MI) sale dello 0,2%, mentre tiene TOD‘S (TOD.MI) dopo le perdite innescate nei giorni scorsi dalla decisione dei fratelli Della Valle di collocare una quota del 10% al prezzo di 76 euro

* Fra i titoli minori cede l‘1,7% SEAT PG PGIT.MI che giovedì subìto il declassamento dell‘agenzia di rating S&P ‘B-'.

* CRESPI GCRE.MI in grande spolvero (+2,4%) dopo aver raggiunto nella serata di giovedì un accordo per la ristrutturazione del debito con le banche creditrici.

* Non si arresta la corsa di KERSELF KRS.MI (+3,5%) iniziata giovedì con le inidscrezini stampa circa l‘interesse dei soci russi di Avelar a salire oltre il 30% con l‘aumento di capitale da 50 milioni se esentati dall‘obbligo di Opa.

* Bene TERNIENERGIA (TRNI.MI) (+1,4%) alla vigilia dell‘ingresso del titolo nel segmento di borsa Star, reso possibile dopo l‘aumento di capitale che ha consentito il raggiungimento del flottante necessario per ottenere il riconosiumento della qualifica Star.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below