7 dicembre 2010 / 16:55 / 7 anni fa

Borsa Milano chiude positiva, bene Fiat, cade Mediaset

MILANO, 7 dicembre (Reuters) - Piazza Affari chiude positiva una seduta in range sostenuta da una situazione più calma a livello europeo e da Wall Street nel pomeriggio.

Atteso il via libera del parlamento irlandese alla legge di bilancio, che dovrebbe evitare il rischio elezioni anticipate.

FTSE Mib .FTMIB chiude in rialzo dello 0,91%, l‘AllShare .FTITLMS dello 0,84%. Volumi per 2,3 miliardi di euro.

* FIAT FIA.MI sale del 3,5%, dopo la previsione dell‘Anfavea di un aumento delle vendite di auto in Brasile del 5,2% nel 2011. Secondo Mediobanca la crescita del mercato brasiliano si rifletterebbe in un aumento del trading profit della casa automobilistica, scenario al momento non contemplato nelle stime del broker. Un altro importante broker italiano cita la possibilità per Fiat di salire al 51% dei Chrysler prima del periodo 2013-2016, sempre che sia stato pagato il debito verso i governi. Il particolare è contenuto nel testo degli accordi, ma non era stato comunicato dalla breve sintesi fatta da Fiat nei giorni scorsi per una comunicazione alla stampa.

* In deciso rialzo EXOR (EXOR.MI) (+3,4%) sulla scia di Fiat, dicono gli operatori. Uno di loro cita l‘acquisizione, insieme a un consorzio di investitori internazionali, del 18% di BTG Pactual, la più grande banca d‘investimento brasiliana, per un investimento peraltro contenuto, di 25 milioni.

* In deciso ribasso MEDIASET (MS.MI) (-1,4%), dopo che Credit Suisse ha tagliato il rating a “underperform” e abbassato il target price a 3,6 da 5,4 euro, a causa di un 2010 deludente per la pay tv e per la discesa dell‘audience della tv generalista, a causa della diffusione del digitale terrestre.

* GENERALI GASI sotto i massimi guadagna l‘1,49% dopo che Bofa Merrill Lynch, in un aggiornamento sui titoli del settore, ha rimosso la compagnia triestina dalla lista dei “least preferred”. “Generali viene tolta dalla nostra LPL (least preferred list) per far posto a Delta Llyod, laddove le nostre convinzioni sono state rafforzate a seguito dell‘Investor Day della societa”, dice il report. “Generali ha inoltre sottoperformato il settore quest‘anno e durante gli ultimi mesi, e questo migliora il suo appeal relativo alla valutazione”.

* Denaro sui titoli del settore cemento. Balza del 4,6% BUZZI (BZU.MI), seguita da ITALCEMENTI ITAI.MI (+3,1%).

* Incerto il comparto bancario: UNICREDIT (CRDI.MI) e INTESA (ISP.MI) salgono rispettivamente dello 0,49 e dell‘1,44%. MONTEPASCHI (BMPS.MI), UBI (UBI.MI) e BANCO POPOLARE BAPO.MI segnano ribassi di poco inferiori all‘1%.

* Debole FINMECCANICA SIFI.MI (-0,6%), dopo che S&P, ieri, ha rivisto l‘outlook a negativo da stabile.

* TELECOM ITALIA MEDIA TCM.MI ha guadagnato fino a +8,5% nella mattinata dopo le indiscrezioni di stampa su un mandato a banche di investimento per la cessione, nonostante lo scetticismo di diversi analisti, che citavano le difficoltà di ordine anche politico a un‘operazione del genere. Il titolo restava però stabile sopra il +3% nel pomeriggio, prima della smentita di Telecom Italia che lo ha spinto nel terreno negativo. Nel finale è risalito a +1%.

* EDISON EDN.MI sale del 5,9% dopo il balzo di ieri. Edf ieri ha smentito l‘intenzione di ritirarsi dall‘Italia e quindi un‘eventuale uscita dal capitale di A2A (A2.MI) e di Edison. Nei giorni scorsi sono circolate voci. A settembre 2011 scade il patto di sindacato sul gruppo energetico.

* MOLMED (MLMD.MI) sale del 5%. La società ha presentato un aggiornamento sui dati di monitoraggio di uno studio completato di Fase II della terapia cellulare TK per le leucemie.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below