25 novembre 2010 / 17:08 / tra 7 anni

Borsa chiude piatta in controtrend, giù utility, positiva Fiat

MILANO, 25 novembre (Reuters) - Per il secondo giorno consecutivo Piazza Affari si conferma cenerentola d‘Europa, questa volta insieme alla Spagna, in un mercato avaro di scambi e orfano di Wall Street chiusa per la festa del Ringraziamento.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB chiude in rialzo dello 0,02%, l‘AllShare .FTITLMS dello 0,05% e il MidCap .FTITMC dello 0,26%. Volumi per 2,7 miliardi di euro nel finale.

“E’ stata un‘altra giornata di debolezza dove si è fatto poco. Il nostrio indice continua ad andare peggio dell‘Europa. Evidentemente inizia a pesare il rischio paese”, osserva un trader.

* Le utility, piatte nello stoxx europeo, a Piazza Affari vedono ENEL (ENEI.MI) recuperare sul finale per chiudere in salita dello 0,20%. Fa peggio la controllata sulle rinnovabili ENEL GREEN POWER EGPW.MI che cede l‘1,39%.

Prosegue la lettera su A2A (A2.MI) che cede lo 0,49%, EDISON EDN.MI (+0,12%). “Su questi due titoli pesa il venir meno dell‘ipotesi di riassetto e questo fa scendere l‘appeal speculativo”, osserva un analista di una banca d‘affari che ipotizza un rinnovo dei patti parasociali fra A2A ed Edf (EDF.PA) in Edison, in scadenza a marzo 2011, solo per un anno.

ENI (ENI.MI) cede lo 0,19% a fronte del settore oil&gas in salita dello 0,3%.

Brilla PRYSMIAN (PRY.MI) (+2,12%). Per Execution Noble, che sul produttore di cavi ha una raccomandazione “buy” e prezzo obiettivo 17,5 euro, le attuali quotazioni del titolo rappresentano un livello di ingresso molto attraente. * Alla vigilia dell‘incontro con i sindacati sul destino dello stabilimento di Mirafiori, FIAT FIA.MI sale dell‘1,43% anche grazie al clima favorevole all‘automotive in Europa (DJ Stoxx di riferimento avanza dell‘1%). Lunedì l‘AD Marchionne vede gli analisti sullo spinoff del gruppo. * Sotto pressione ancora oggi PREMAFIN PRAI.MI (-2,2%) e la controllata FONDIARIA-SAI FOSA.MI (-0,85%) dopo gli aumenti di capitale annunciati nei giorni scorsi.

* Vendite su INTESA SP (ISP.MI) (-1,15%), mentre recupera sul finale UNICREDITO (CRDI.MI) (+0,25%).

* Male LOTTOMATICA LTO.MI (-1,17%) mentre balza in controtendenza SNAI (SNAI.MI) (+2,64%), che tratta in esclusiva con Palladio Finanziaria e InvestIndustrial.

* Titolo migliore del listino MANAGEMENT & CAPITALI (MACA.MI) (+12,73% a 0,2125 euro): le azioni si adeguano al prezzo dell‘Opa obbligatoria (0,215 euro) che verrà lanciata da Carlo De Benedetti dopo l‘acquisizione della quota in mano al gruppo Tamburi. Contiene le perdite Cir (CIRX.MI), holding che fa capo alla famiglia De Benedetti.

* Fra gli altri minori in luce il settore delle rinnovabili con KERSELF KRS.MI in salita rispettivamente del 5,32%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below